rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Economia

L’appalto della sosta tariffata finisce già al Tar: tempi troppo stingenti, impugnato il bando

Contestata una clausola ritenuta “immediatamente escludente” che impedirebbe la presentazione dell'offerta entro il 6 maggio

L’affidamento in concessione del servizio di gestione della sosta a pagamento nella città di Foggia è già finito al Tar, prima ancora della scadenza del bando fissata al 6 maggio. Un operatore economico si è avvalso dell’impugnazione immediata delle clausole che impediscono la formulazione dell’offerta, prevista dal rito appalti ‘super-accelerato’. Lo scorso 26 aprile, ha presentato ricorso al Tribunale amministrativo regionale della Puglia per l’annullamento del bando di gara e, due giorni dopo, il presidente della Sezione Prima, Angelo Scafuri, ha fissato la camera di consiglio per la trattazione collegiale all’11 maggio.  

L’operatore economico contesta la presenza nel disciplinare e nel capitolato di una clausola ritenuta “immediatamente escludente” che impedirebbe la formulazione dell’offerta tecnica entro il termine del 6 maggio, in quanto prevede la presentazione, a pena di esclusione, di un “piano economico finanziario asseverato” da un istituto di credito e di una “dichiarazione sottoscritta da almeno un istituto finanziatore di manifestare interesse a finanziare l’operazione”. Il ricorrente lamenta che non avrebbe potuto acquisirli in tempo utile ed eccepisce che si sarebbe potuto ovviare autorizzando la presentazione dell’offerta tecnica a prescindere da quei requisiti che reputa illegittimi.   

In due richieste di chiarimenti formulate mediante la piattaforma telematica, visualizzabili nei dettagli di gara, si proponeva un differimento della scadenza dai sette ai 30 giorni. Si faceva notare come di mezzo ci fossero anche le festività pasquali e che bisognava tenere conto anche della tempistica per il sopralluogo e i successivi studi. Dal Servizio Contratti e Appalti avevano risposto che il termine di scadenza delle offerte è in linea con il Codice dei Contratti.

Il servizio di gestione della sosta tariffata sarà affidato per la durata di due anni, prorogabili per altri due. La concessione sarà aggiudicata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Il valore complessivo della concessione ammonta a 4.741.657,99 euro oltre Iva. Il dirigente del Servizio Mobilità e Traffico, Romeo Delle Noci, ha istituto un gruppo di lavoro ad hoc che si è occupato, tra le altre cose, di una “approfondita analisi delle esigenze, degli aspetti economico finanziari e tecnici”, per definire le azioni, la natura e il contenuto degli atti del progetto per l’affidamento della concessione del servizio di gestione dei parcheggi a pagamento. La prima seduta pubblica della gara è fissata al 9 maggio. A giudicare dalle premesse, non è escluso che i contenziosi possano allungare i tempi dell’appalto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’appalto della sosta tariffata finisce già al Tar: tempi troppo stingenti, impugnato il bando

FoggiaToday è in caricamento