Gino Lisa: conferenza di servizi ok, si va verso intesa Stato-Regione

Mongelli: “Il Gino Lisa è scalo strategico per i collegamenti con l’Est”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Si è conclusa con il positivo “parere unanime” dei partecipanti la conferenza dei servizi svoltasi questa mattina a Bari presso gli uffici dell’assessorato regionale alla Qualità del territorio, che ha eseguito la fase istruttoria del progetto per l’allungamento della pista dell’aeroporto ‘Gino Lisa’, così come approvato ieri dal Consiglio comunale.

Ora si potrà “procedere al perfezionamento dell’intesa Stato-Regione, mediante l’emissione del decreto del Provveditore alle Opere Pubbliche” per la realizzazione dell’opera.

E’ il verbale conclusivo della conferenza dei servizi ad indicare quanto necessario alla firma del decreto. In sede comunale si deve procedere alla strutturazione tecnica e all’adozione del Piano dei rischi aeroportuale da parte dell’Assise cittadina; documento redatto di concerto con l’ENAC e l’assessorato regionale alla Qualità del territorio.

Il parere delle Soprintendenze e del Ministero dei Beni culturali è, invece, la premessa all’adozione della variante al Piano dei Tratturi, sempre da parte del Consiglio comunale. Infine, il Ministero dell’Ambiente deve adottare la Valutazione dell’Impatto Ambientale dell’opera.

“Per parte nostra – commenta l’assessore alla Qualità del territorio Augusto Marasco – abbiamo già attivato le procedure amministrative e i contatti operativi necessari ad essere pronti non appena si conosceranno i pareri ministeriali”.

“Terminata, finalmente, la fase istruttoria di carattere regionale si passa a quella di livello nazionale, che mi auguro si concluda entro la fine dell’anno, per poter poi procedere con il bando di gara e l’avvio dei lavori – commenta il sindaco Gianni Mongelli – Sono fiducioso che ciò avvenga anche alla luce della confermata strategicità dell’aeroporto ‘Gino Lisa’, inserito nell’elenco dei 44 di interesse nazionale e, soprattutto, dei 32 scali individuati per la relazione con l’area Balcanica e, più ampiamente, dell’Europa orientale”.

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento