Spese scolastiche: ecco come ottenere la detrazione

Per info, orientamento e azioni di rivalsa, ci si può rivolgere alla sede provinciale dell’Adoc in via Fiume 38-40 a Foggia, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 18.30

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Dal 16 luglio 2015 in poi è possibile detrarre non solo le spese per la frequenza di asili nido e per studi superiori, universitari e di specializzazione, ma tutte le spese scolastiche sostenute per la frequenza di istituti di ogni ordine e grado”.

A renderlo noto Adoc Foggia che precisa che le detrazioni sono applicabili per asili nido; scuole dell’infanzia; scuole primarie; scuole medie inferiori; scuole medie superiori; università; master; scuole di specializzazione; dottorati di ricerca; corsi di perfezionamento.

“Tra le spese di istruzione detraibili sono comprese: le tasse di iscrizione e frequenza; le spese per la mensa; i contributi obbligatori e quelli volontari; le erogazioni liberali appositamente deliberati dagli istituti scolastici o dai loro organi e sostenute dal contribuente con la specifica finalità legata alla frequenza scolastica; le spese per i servizi scolastici integrativi, quali l’assistenza al pasto e il dopo scuola: per queste ultime la detrazione spetta anche quando il servizio è reso per il tramite del Comune o di altri enti rispetto alla scuola; le spese per gite scolastiche; le spese per l’assicurazione della scuola; ogni altro contributo finalizzato all’ampliamento dell’offerta formativa (corsi di lingua, teatro, ecc…) deliberato dagli organi d’istituto”. Per info, orientamento e azioni di rivalsa, ci si può rivolgere alla sede provinciale dell’Adoc in via Fiume 38-40 a Foggia, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 18.30.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento