rotate-mobile
Economia

Mercuri stringe la mano ai giganti foggiani della sanità privata

Il presidente di Confcooperative Foggia commenta la notizia dell’assegnazione delle strutture di Foggia, Potenza e Bisceglie della Casa Divina Provvidenza all’Universo Salute di Telesforo e D’Alba

“Ci compiacciamo della soluzione della vicenda Don Uva, perché l’imprenditoria foggiana ha dato un segnale di forza, ma soprattutto di speranza, al nostro territorio, ed un esempio di impresa cooperativista che funziona sia per la nostra provincia, ma anche per la regione e per gli amici della Basilicata”. Così il Presidente, Giorgio Mercuri, a nome dell’intero Consiglio provinciale di Confcooperative Foggia, si è espresso il giorno dopo l’assegnazione al Gruppo Universo della Casa della Divina Provvidenza.

Ha aggiunto Mercuri: “Una risposta importante, humus della imprenditoria locale, che vede impegnato un nostro valente associato come Michele D’Alba che da sempre è stato in prima linea nel sistema cooperativistico locale, riuscendo, con le sue società, a dare forza alla cooperazione foggiana, garantendo economia e occupazione”.

“Il nostro plauso va anche all’amico Paolo Telesforo, ormai da sempre “colonna portante” della Sanità Privata del capoluogo. Siamo particolarmente orgogliosi di questo traguardo raggiunto da D’Alba e Telesforo, perché avviene il giorno dopo la pubblicazione della classifica de ‘Il Sole24ore’, che purtroppo continua a vederci languire ancora nelle retrovie delle province italiane per la vivibilità” ha poi ribadito il Presidente di Confcooperative.

Giorgio Mercuri sottolinea come “l’alto senso d’appartenenza al nostro territorio ed una strategia vincente ha fatto sì che questa antica e valida impresa della migliore Sanità Privata, rimanesse nel capoluogo, dando ancora più valore perché già dalle prime dichiarazioni rese alla stampa - i nostri amici imprenditori, hanno inteso sottolineare l’impegno nel garantire occupazione e tutti i posti letto già esistenti”

Il presidente di Confcooperative Foggia conclude: “Questo significa rafforzare un rapporto sempre più intenso e costruttivo con il Pubblico (a maggior ragione nel settore Sanità perché da sempre siamo convinti, soprattutto in qualità di imprese della cooperazione, che Impresa privata e pubblica siano due facce della stessa medaglia. Dunque un grazie a D’Alba e Telesforo ed un grande in “bocca al lupo” per il loro importante progetto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercuri stringe la mano ai giganti foggiani della sanità privata

FoggiaToday è in caricamento