menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Molfetta

Molfetta

Abolizione province: il “no” di Molfetta a Bari, in alternativa c’è Foggia

La BAT proporrà un emendamento da sottoporre all'attenzione del Parlamento. Minervini: "Rifiutare Bari città metropolitana significherà, nell'ipotesi più paradossale un'inclusione nella provincia di Foggia"

Tra le città che potrebbero essere accorpate alla provincia di Foggia spunta anche il nome di Molfetta. Il sindaco e senatore del Pdl, oltre che presidente della commissione bilancio al Senato, Antonio Azzollini, esclude la possibilità di aderire al progetto città metropolitana di Bari e strizza l’occhio alla BAT, la sesta provincia pugliese che non ha alcuna intenzione di mollare e che per evitare di cadere sotto i colpi del decreto sulla spending review sta preparando un emendamento da sottoporre all’attenzione del Parlamento. (dovrebbe essere accorpata alla Capitanata).

Operazione difficile a sentire le parole dell'assessore regionale alla Mobilità, Guglielmo Minervini, intervenuto di recente sulla questione del riordino delle province: “Scegliere, come si ripropone il sindaco nel prossimo consiglio comunale, di non aderire all'area metropolitana di Bari, nell'ipotesi migliore significherà rimediare una gratuita brutta figura, nell'ipotesi più paradossale un'inclusione nella provincia di Foggia”.

Dal primo gennaio 2013 ci saranno le province di Foggia, Lecce, Taranto-Brindisi e l’area metropolitana di Bari. Entro il 24 ottobre i Comuni dovranno decidere da che parte stare e comunicare la loro scelta al governo.

Molfetta con Foggia c’entra davvero poco, ma per un semplice capriccio potrebbe realmente diventare realtà. Bisognerebbe chiedere a Caparezza cosa ne pensa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento