rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Economia

Condomini solidali, la Regione finanzia esperimenti di coabitazione sociale per soggetti fragili

Tra i beneficiari anche le donne vittime di violenza. Le risorse (50 mila euro) saranno destinate a favorire e promuovere la sperimentazione di nuovi modelli dell’abitare in risposta ai bisogni che, mutate le condizioni socio economiche, molta parte dei cittadini si trovano a vivere oggi

La Regione Puglia ha avviato la Manifestazione di interesse rivolta ai Comuni, anche in accordo con gli enti del terzo settore e gli altri enti mutualistici e senza fini di lucro, tra i quali le Cooperative di comunità, con le Arca e con le Agenzie sociali per la casa, per il finanziamento di progetti sperimentali di coabitazione sociale e di condomini solidali nell’ambito del 'Programma di promozione della cultura dell’abitare sociale' da elaborare secondo i 'Principi generali' stabiliti dal competente ufficio regionale.

“Questo Assessorato – ha dichiarato l’assessora Anna Grazia Maraschio – si è da tempo dedicato alla promozione dell’Abitare sociale; dopo due anni di pandemia, ci troviamo in un nuovo contesto di crisi globale che sta provocando drammatiche conseguenze sul territorio, determinando fenomeni di marginalità sociale”.

Le risorse (50 mila euro) saranno pertanto destinate a favorire e promuovere la sperimentazione di nuovi modelli dell’abitare in risposta ai bisogni che, mutate le condizioni socio economiche, molta parte dei cittadini si trovano a vivere oggi. Rappresenta pertanto un’attenzione rivolta a situazioni di fragilità e/o di esclusione sociale che interessano ad esempio coppie anziane sole, famiglie monogenitoriali, famiglie con persone disabili, persone singole in età avanzata, nuclei di immigrati regolarmente presenti sul territorio nazionale e donne vittime di violenza.

“Tra i beneficiari  - ha concluso la Maraschio - ho voluto fortemente l’inserimento delle donne vittime di violenza costrette a lasciare il proprio domicilio e che necessitano di ritrovare la propria indipendenza. La manifestazione d’interesse è stata pubblicata ieri nella giornata per l’eliminazione della violenza sulle donne e vuole essere rappresentativa di un’azione in grado di generare un valore positivo per la collettività”.

“Dallo scorso anno - dichiara l’Assessora Rosa Barone - si è dato avvio alla collaborazione tra i due assessorati per promuovere un nuovo modello di welfare abitativo che sia incentrato sul diritto a vivere in un contesto sostenibile sia dal punto di vista sociale che ambientale mediante l’integrazione sinergica delle proprie competenze al fine di massimizzare la partecipazione dei soggetti coinvolti, quali Comuni e Arca da una parte e Enti del terzo settore dall’altra. Il progetto condiviso tra Assessorato al Welfare e Assessorato all’Ambiente e Territorio, in cui crediamo fortemente, consentirà di sperimentare progetti pilota di interventi di inclusione sociale delle persone in condizioni di vita di maggiore fragilità economica-sociale.”

Sarà possibile inviare le manifestazioni d'interesse entro le ore 12 del prossimo 9 dicembre 2022. Sarà possibile visionare la documentazione, oltre che sul sito istituzionale, sui portali tematici https://www.regione.puglia.it/web/orca e https://www.regione.puglia.it/web/welfare-diritti-e-cittadinanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condomini solidali, la Regione finanzia esperimenti di coabitazione sociale per soggetti fragili

FoggiaToday è in caricamento