menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I marasciuoli (ph. lifeboscoincoronata.it)

I marasciuoli (ph. lifeboscoincoronata.it)

Pizzarelle e marasciuoli. La tradizione foggiana a tavola

Ecco a voi una ricetta made in Foggia, realizzata con pochi ingredienti e a costo zero

La cucina foggiana, si è sempre contraddistinta per il costo relativamente nullo dei suoi ingredienti. Piatti spesso generati dagli “avanzi”o dal recupero di alimenti non più freschi, come il pancotto, oppure realizzati con le cosiddette verdure spontanee raccolte dai terrazzani. Piatti poveri economicamente parlando, ma piuttosto gustosi oltre che nutrienti.

Una di queste verdure spontanee è senz’altro il marasciuolo, pianta diffusa nella provincia di Foggia, riconoscibile dalle tipiche infiorescenze bianche che colorano i campi dove essa cresce. E’ catalogabile come forma di rapa, selvatica naturalmente. A differenza della pianta “parente”, ha un gusto leggermente più amaro, e le foglie sono un po’ più ruvide. Usato da alcuni nel pancotto, o con le orecchiette in sostituzione delle cime di rapa, il marasciuolo a Foggia si era solito consumarlo soprattutto con le pizzarelle.

Volendo descrivere semplicisticamente questo tipo di pasta, possiamo dire che esse corrispondano a delle orecchiette schiacciate. Le nostre mamme e nonne che le realizzavano, dopo aver trascinato il pezzo di “cichele” con il coltello sulla spianatoia, non utilizzavano il pollice per riprodurre l’orecchietta classica, ma capovolgevano il pezzo di pasta lasciandole la forma piatta. Una piccola pizza, da qui il nome “pizzarella”.

Per realizzare le pizzarelle con i marasciuoli, in primis è necessario pulire e lavare bene la verdura mettendola a bollire in acqua salata al punto giusto. Quando la verdura è prossima alla cottura, si aggiunge la pasta che cuocerà in pochi minuti. Scolare il tutto, e versare il tutto in un tegame. A questo punto si aggiunge l’olio, che può essere sia crudo, che soffritto con uno spicchio d’aglio e facoltativamente con un peperoncino per chi vuole il gusto più forte. Amalgamare il tutto, e impiattare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento