Cronaca Manfredonia

ZTL Manfredonia: in vigore dal 1 luglio, ma in 24 ore rilevati 350 accessi

Il maggior numero di ingressi avviene nelle ore notturne. I trasgressori vengono rilevati inesorabilmente dalle telecamere posizionate ad ognuno dei dodici varchi

E’ stato annunciato con congruo preavviso, sono stati affissi manifesti, sono stati scritti articoli giornalistici, è stato inviato ad ognuna delle famiglie manfredoniane l’avviso cartaceo: dalla mezzanotte del primo luglio è entrata in funzione la rete di telecamere per il rilevamento dei mezzi che percorrono la Zona a Traffico Limitato sipontina.

I primi dati numeri sono eloquenti: nelle prime 24 ore dall’entrata in vigore della Z.T.L. sono stati monitorati e rilevati 350 accessi di mezzi. In pratica ogni 5 minuti c’è qualcuno che accede con il proprio veicolo all’interno della Zona a Traffico Limitato. Numeri vertiginosi, senza tener conto però dell’eventuale autorizzazione rilasciata dalla Polizia Municipale.

Altri numeri? Dall’inizio della giornata odierna, 2 luglio 2013, e sino alle ore 9 di questa mattina sono stati 81 gli autoveicoli passati sotto l’occhio vigile delle telecamere. Il primo giorno e mezzo di rilevamento delle infrazioni sta fornendo uno spaccato interessante delle abitudini in tema di percorrenza del centro storico con qualsivoglia autoveicolo.

Interessante, per esempio, rilevare che il maggior numero di passaggi attraverso la Z.T.L. è avvenuto nelle ore notturne. “Momenti durante i quali, forse, si pensa di ottenere quell’impunità che nessuna telecamera concederà. A nessuno che non sia stato preventivamente autorizzato” fanno sapere dall’amministrazione comunale – che aggiunge – “Non sarà semplice correggere in un battibaleno stili di vita prevaricatori (nei confronti dei pedoni, dei residenti e dei visitatori della nostra città), ma non sarà nemmeno così difficile riuscirvi non appena i trasgressori cominceranno a ricevere presso il proprio domicilio le sanzioni comminate per le infrazioni che si commettono”.

Quando bisognerà pagare centoventuno euro, per circolazione e sosta vietata all’interno della Zona a Traffico Limitato, anche il più superficiale, il più dissennato ed il più esibizionista, dovrà chiedersi, frugando nel suo portafoglio, se vale davvero la pena fare finta di nulla e proseguire nelle vecchie abitudini. Probabilmente laddove non arrivano il senno e la ragione, l’educazione ed il senso civico, potrebbe arrivare la (s)convenienza economica.

Da ultimo – fanno sapere dal Comune – “in giro si sentono autentiche leggende metropolitane che vorrebbero, per esempio, il sistema ancora inattivo perché “non ci sono luci che lo segnalano”, come dice qualcuno. Non c’è niente di vero: la Z.T.L. funziona dal primo luglio. I divieti sono segnalati con apposita cartellonistica accanto ad ognuno dei dodici varchi monitorati.

Al passaggio del veicolo l’automobilista che sta violando le regole non si aspetti una voce elettronica che lo avvisa, provando magari a conciliare, o che qualcuno si avvicini e gli chieda di mettersi in posa per lo scatto fotografico. Quando si attraversa un varco senza autorizzazione resta solo da fare ammenda e attendere il bollettino a casa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ZTL Manfredonia: in vigore dal 1 luglio, ma in 24 ore rilevati 350 accessi

FoggiaToday è in caricamento