Una speranza per Vito: c'è "un medico vuole approfondire il caso", ma serve il trasferimento in elisoccorso

La moglie Livia: "Mi hanno contattata dall'ospedale 'Vittorio Veneto'. Il prof. Rizzotto lo vuole visitare e valutare la documentazione. Forse abbiamo trovato la strada giusta". Ma serve aiuto per organizzare il trasferimento

Livia e Vito

Sembra aprirsi una strada, per Vito, il giovane padre di San Severo colpito da un tumore aggressivo dalla recidiva non operabile (carcinoma squamocellulare sotto mandibolare e alla laringe).

La moglie Livia e i suoi due figli, però, non si danno per vinti e hanno lanciato una raccolta fondi per sostenere economicamente le cure che potrebbero salvarlo. Il caso ha fatto in breve tempo il giro del web e le donazioni sono iniziate ad arrivare (hanno raggiunto circa 2mila euro).

"Intanto - annuncia Livia - dopo tanti tentativi in strutture diverse e risposte negative, mi hanno appena contattata dall'ospedale 'Vittorio Veneto', in Friuli Venezia Giulia, dal prof. Rizzotto. Non mi ha dato la certezza che il caso è fattibile - spiega - ma lo vuole visitare e valutare la documentazione".

Dove si apre la speranza, però, si pone un altro ostacolo. "Forse abbiamo trovato la strada giusta - spiega Livia - ma c'è un problema: mio marito è debilitato, non riesce a camminare molto e in più è portatore di sondino gastrico più cannula tracheale. Avrebbe bisogno di essere trasportato in ospedale in elisoccorso. Il prof. Rizzotto ci ha dato disponibilità per martedì, ma non so a chi rivolgermi". Restano, quindi, pochi giorni per organizzare il trasferimento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento