rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Foggia ferma la violenza sulle donne: tronchi tinti di rosso nelle vie del centro e braccialetti realizzati dalle vittime

Le iniziative del centro antiviolenza 'Carmela Morlino' in occasione della 'Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne' del 25 novembre

Sono cominciate il 19 novembre con 'I tronchi si tingono di rosso' le attività promosse dal Centro Antiviolenza 'Carmela Morlino' dell’Ambito Territoriale di Foggia in vista della 'Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne' di venerdì 25 novembre. Con questa iniziativa gli alberi delle piazze e delle vie più frequentate del capoluogo di provincia, la zona pedonale di Corso Vittorio Emanuele e via Lanza, sono stati avvolti e decorati con nastri rossi per sensibilizzare la cittadinanza sul fenomeno oramai dilagante della violenza contro le donne, mediante l'affissione di banner con contatti e informazioni sulla modalità di accesso al servizioe Ci resteranno fino al 17 dicembre: "Tale iniziativa intende confermare la presenza viva e radicata del Centro sul territorio; una presenza solida che si fa portavoce di un messaggio silente ma incisivo, in grado di raggiungere quante più donne possibili".

Dare voce alla violenza e avere il coraggio di uscire dall’ombra è l’unica arma che può disinnescare questo dilagante ma sommerso fenomeno, motivo per cui a partire dal 24 novembre le vie della città si arricchiranno di manifesti e pannelli contenenti le informazioni sul Centro Antiviolenza, così da richiamare l’attenzione e il senso di responsabilità dell’intera popolazione, parte attiva del contrasto e della prevenzione.

Da ieri, oggi e il 30 novembre, le operatrici del Centro antiviolenza promuoveranno la campagna di sensibilizzazione in tre Istituti superiori, attraverso quattro incontri formativi con gli studenti. Le due sedi dell’Einaudi e l’Istituto Volta ospiteranno l’avvocato, le psicologhe e le assistenti sociali per discutere gli aspetti psicologici, legali e sociali legati al fenomeno della violenza di genere, lasciando aperto uno spazio di dibattito e dialogo su questioni che i giovani studenti vorranno porre.

Nelle occasioni sopra indicate le operatrici distribuiranno ai ragazzi le 'Catene della libertà', braccialetti realizzati dalle donne seguite dal centro e da altre associazioni del territorio, tra cui l’associazione Runners Parco San Felice, che volontariamente hanno aderito all’iniziativa. I braccialetti, realizzati all’uncinetto e con agganciato un campanellino, sono stati poi fissati su dei segnalibri contenenti tutte le informazioni sul servizio.

Il filo rosso della lotta alla violenza di genere ha raggiunto anche il progetto Sai del Comune di Bovino, che ha aderito all’iniziativa delle “Catene della libertà”, programmando per la giornata del 25 novembre la realizzazione dei suddetti braccialetti con le donne migranti accolte.

Il Centro ha infine aderito alla campagna di sensibilizzazione regionale 'Allenati contro la Violenza', che verrà presentata a Bari il 25 novembre. "L’augurio è che, a partire da questo ricco ventaglio di iniziative, il Centro Antiviolenza possa ricevere sempre maggior visibilità e attenzione mediatica, anche attraverso le attività che quotidianamente svolge e condivide tramite i canali social, la pagina facebook Centro Antiviolenza Foggia 'Carmela Morlino' e il sito internet www.centroantiviolenza.fg.it . Il centro è aperto dal lunedì al venerdì ed è raggiungibile attraverso il numero verde 800-180903 o il contatto whatsApp 3929959862. Fai la differenza. Ferma la violenza"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia ferma la violenza sulle donne: tronchi tinti di rosso nelle vie del centro e braccialetti realizzati dalle vittime

FoggiaToday è in caricamento