Unite contro la violenza: "Su la testa, basta essere vittima!"

Le donne dicono basta alla violenza. Unite oltre ogni schieramento politico.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Non basta certo una ricorrenza per occuparsi di quella che è divenuta un'emergenza. Il 25 novembre si celebra la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Le cronache quotidiane ci aggiornano costantemente su abusi, maltrattamenti e omicidi nei confronti delle donne. Non passa giorno in cui non leggiamo una notizia sulla violenza di genere. Questo è ciò di cui noi siamo a conoscenza perché, in realtà, c'è anche un mondo sommerso dove la prevaricazione domestica viene nascosta, taciuta per paura, per onore, per quello che si crede amore. Beh, un amore fatto di lividi, sangue, divieti non è possibile definirlo tale.

Le donne dovrebbero, anzi, devono imparare ad amare prima di tutto se stesse. Quell'amor proprio che dona loro la consapevolezza di essere, di esistere! Un segnale forte dovrebbero darlo le donne stesse. Donne in aiuto delle altre. Ed è questo lo spirito dell'evento-dibattito che Antonella Zuppa, quale referente del Dipartimento tutela Vittime della violenza di Fratelli d'Italia per Foggia e provincia, ha organizzato per sabato 22 novembre alle ore 17.30 presso il Caffè tra le righe Spazio Off. Alla realizzazione della manifestazione ha contribuito la preziosa collaborazione dell'associazione culturale Ecstrarte A.P.S. di Roberta Fiano: l'arte al servizio del sociale in aiuto delle donne.

"Su la testa! Basta essere Vittima! Unite contro la violenza di genere" il titolo stesso dice già molto del messaggio che si vuole trasmettere. Infatti, al dibattito parteciperanno nomi noti della politica locale sanseverese che nonostante i diversi colori hanno accettato questa sfida. Quella solidarietà femminile che spesso manca e che in queste circostanze dovrebbe far sentire con vigore la propria forza e il proprio coraggio per sensibilizzare l'opinione pubblica. La pediatra Arcangela De Vivo e l'avvocato Simona Venditti hanno fin da subito aderito all'iniziativa. Ad esse si sono aggiunte altre importanti professioniste come la psicoterapeuta Sara Mascolo e l'avvocato Rosanna Tafanelli.

Spicca, tra i relatori, l'unico uomo, Marco Cantoro, componente della prima commissione Sport, Cultura e Politiche Giovanili che con entusiasmo ha offerto la sua disponibilità per una giusta causa. Dal punto di vista culturale, si segnalano le performance di reading dinamico di Paola Marino; di danza e reading di Grazia Abeille. Per l'occasione, quest'ultima leggerà due poesie scritte dalla poetessa Maria Teresa Infante anch'essa presente all'evento. Ai relatori si aggiungeranno i contribuiti dei tanti ospiti che hanno annunciato la loro presenza. Al termine, per chi vorrà parteciparvi, ci sarà un flash mob dal nome "Al collo solo abbracci niente corde". Munite di sciarpe rosse e/o scarpe rosse le donne si faranno fotografare per dire #BASTAVIOLENZA #STOPFEMMINICIDIO.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento