rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022

Poliziotti penitenziari allo stremo, turni massacranti e detenuti violenti: "Il carcere di Foggia è allo sfascio totale"

La denuncia del Sindacato autonomo di polizia penitenziaria, dopo l’ultima aggressione nell’istituto di via delle Casermette. Il segretario Donato Capece: “Manca il rispetto delle regole, mancano i poliziotti e manca una dirigenza che sia in grado di contrastare il crimine all’interno dell’istituto"

Pochi agenti, sottoposti a turni massacranti e sempre più spesso vittime di violente aggressioni da parte dei detenuti. Nel carcere di Foggia, i ‘doppi turni’ sono ormai consuetudine, così come è diventata prassi per gli agenti di polizia penitenziaria occuparsi dei detenuti psichiatrici (circa una trentina quelli ritretti a Foggia), pur non avendo mezzi né sostegni adeguati.

E’, in breve, quanto denunciato dai vertici del Sappe, il sindacato autonomo di polizia penitenziaria, giunti in città a seguito dell’ultima grave aggressione verificatasi nell’istituto di via delle Casermette. “Il carcere è allo sfascio totale”, denuncia Donato Capece, segretario nazionale del Sappe. “Manca il rispetto delle regole, mancano i poliziotti e manca una dirigenza che sia in grado di contrastare il crimine all’interno dell’istituto. Ora basta: siamo qui per dire all’amministrazione e alla ministra al ramo di venire a Foggia, per vedere in che condizioni vivono e lavorano i colleghi”.

In via delle Casermette, denuncia Capece, “è stata creata una sezione per il ricovero dei detenuti con disagi mentali, e questo ha destabilizzato tutto.  I poliziotti vanno aiutati, quindi si ripristini la legalità nel carcere di Foggia e si dia il personale giusto per fare un servizio dignitoso”. I poliziotti in servizio nell’istituto penitenziario dauno sono 270 circa, “ma molti sono stati mandati in supporto a San Severo (dove dovrebbero assegnare personale effettivo)”, continua Capece. “Altre 40 unità sono addette al piantonamento e alle traduzioni. Siamo pochi”, continua. “I detenuti sono 580 (su una capienza massima di 350 unità, ndr), ma qui a Foggia ci sono situazioni particolari, c’è una criminalità che vuole aggredire lo Stato e noi vogliamo una legge che ci tuteli e giovani poliziotti per ringiovanire i reparti e dimostrare che lo Stato c’è e le risposte le sa dare”.

Copyright 2022 Citynews

Video popolari

Poliziotti penitenziari allo stremo, turni massacranti e detenuti violenti: "Il carcere di Foggia è allo sfascio totale"

FoggiaToday è in caricamento