rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022

A Panunzio e alle vittime innocenti di mafia: l'ex villa del boss Lanza diventa 'comunità alloggio' per disabili

L'ex Villa Lanza, da questa mattina, diventa una comunità alloggio dedicata a Giovanni Panunzio e a tutte le vittime innocenti di mafia

Una struttura appartenuta alla mafia, passa ufficialmente nelle mani dell'"anti mafia'. L'ex villa appartenuta alla famiglia Lanza da oggi porta il nome di Giovanni Panunzio e di chi, come lui, è stato vittima innocente di mafia. Una struttura che offrirà percorsi formativi per l'inserimento socio-lavorativo a persone con disabilità.

Alla cerimonia che si è svolta in località ''Posta Conca', era presente, tra gli altri, anche Nicola Morra, presidente della commissione parlamentare antimafia che ha voluto sottolineare la pericolosità dell'omertà, riferendosi anche allo scioglimento dell'amministrazione comunale di Foggia: "La provincia di Foggia, da diversi anni sta affrontando un'emergenza democratica che la stessa comunità dev'essere in grado di affrontare. Se la si affronta con il silenzio e l'omertà, non si sconfigge." - poi continua, ironizzando sulla riapertura del Gino Lisa - "Si assumano dei comportamenti coerenti perché sennò, anche in questo territorio, come si faceva un tempo, quando si partiva dalla provincia di Foggia con la valigia di cartone, si prenderà il trolley e, dal Gino Lisa, si dovrà partire per l'estero".

Michele, il figlio di Giovanni Panunzio, all'indomani delle rivelazioni del pentito di San Marco in Lamis, Patrizio Villani, ha commentato così: "All'epoca, Mario Nero, (testimone di giustizia nel processo Panunzio ndr.) riconobbe Donato Delli Carri, nei momenti successivi all'omicidio, come killer di Giovanni Panunzio, avendolo visto fuggire con la pistola in pugno. Ora che il pentito Villani individua in un altro l'esecutore materiale dell'omicidio, non rende innocente il Delli Carri, essendo partecipe dell'omicidio di mio padre ".

Una cerimonia, quindi, per ricordare soprattutto i sacrifici fatti da Giovanni Panunzio che non volle mai piegarsi alla mafia foggiana e dei sacrifici che tutta la comunità è chiamata a  compiere, evitando ogni forma di omertà. 

Video popolari

A Panunzio e alle vittime innocenti di mafia: l'ex villa del boss Lanza diventa 'comunità alloggio' per disabili

FoggiaToday è in caricamento