rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Vieste

Incredibile ma vero: abusivi si appropriano di una storica torre, la recintano per allevare animali

Un anno dopo la rimozione di immobili abusivi, il Comune garganico è intervenuto nuovamente nell'area in cui sorge la torre costiera. Il sindaco: "Teniamo alta l'attenzione"

Da sempre la torri costiere rappresentano uno dei tratti caratteristici della Puglia e del Gargano. Quelle presenti all’interno del comune di Vieste furono edificate nella seconda metà del XVI secolo, per fronteggiare le scorribande dei pirati e della flotta saracena. Tra queste, vi è la torre di Portonuovo, che si affaccia sulla omonima spiaggia. Fu edificata nel 1568 a diretto contatto visivo con la torre Gattarella, che sorge sul promontorio a Sud.

Verso quello che è uno dei tesori storico-artistici del comune garganico, non tutti hanno mostrato la medesima sensibilità. A marzo dello scorso anno, in una operazione coordinata dalla Procura della Repubblica e dalla Prefettura, furono individuate e abbattute delle opere abusive, tra cui alcune unità abitative installate a uso turistico.

A poco meno di un anno di distanza, il comune di Vieste è intervenuto nuovamente per la bonifica dell’area, dove ignoti avevano installato una recinzione: “Grazie al tempestivo intervento della Polizia Locale, guidata dal comandante Caterina Ciuffreda, e dall'ing. Vincenzo Ragno, dirigente del settore tecnico del Comune di Vieste, questa mattina è stato prontamente sventato il tentativo di occupare nuovamente la Torre di Portonuovo” ha scritto su Facebook il sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti. “Stamattina ci siamo accorti che qualcuno stava costruendo una recinzione, forse finalizzata all’allevamento di animali”, spiega a FoggiaToday il primo cittadino.

Sono in corso le indagini per scoprire l’autore dell’installazione abusiva: “Ora indagheremo per capire se gli autori sono gli stessi che avevano costruito le opere abusive rimosse lo scorso anno”, precisa Nobiletti, che poi aggiunge: “Questa amministrazione si è contraddistinta per una serie di liberazioni di immobili comunali occupati abusivamente, ma teniamo alta l’attenzione perché c’è sempre il rischio che qualcuno ci riprovi”. Di recente, il Comune ha anche presentato un progetto di riqualificazione della torre, candidato a un bando regionale: “La monitoriamo costantemente. Non permetteremo a nessuno di sottrarre ai viestani un pezzo della loro storia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incredibile ma vero: abusivi si appropriano di una storica torre, la recintano per allevare animali

FoggiaToday è in caricamento