rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Vieste

Fa incetta di ricci, pescatore 'pizzicato' in mare dalla Guardia Costiera e multato di 4mila euro

L'operazione della Guardia Costiera di Vieste in località Pugnochiuso. 4mila euro di multa al soggetto a bordo del natante. Sequestrato anche del bianchetto venduto in strada

Ieri i militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste, a seguito di pattugliamenti avvenuti sia per strada che per mare
(tramite l’Unità CP880 dipendente dallo stesso comando), hanno proceduto al sequestro di prodotti ittici derivanti da attività illecita.
In particolare, durante il controllo in strada, è stato eseguito un sequestro amministrativo di circa 20 kilogrammi di novellame di alice e sarda (“engraulis encrasicolus” e “sardina philicardus”) comunemente conosciuto come “bianchetto”.
Per mare, in località Pugnochiuso, veniva individuato un natante 
con un soggetto a bordo che, da controllo esperito si riscontrava aver catturato un quantitativo di riccio di mare (“echinoidea”) ammontanti a circa 500 esemplari, nettamente superiore a quanto consentito da normativa vigente in materia di pesca sportiva. Si procedeva al sequestro ed ad elevare una sanzione amministrativa di 4000 euro.
Il pescatore sportivo può catturare solo ed esclusivamente in apnea 50 esemplari al giorno. Per quanto concerne il “bianchetto”, è vietata anche la sola detenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa incetta di ricci, pescatore 'pizzicato' in mare dalla Guardia Costiera e multato di 4mila euro

FoggiaToday è in caricamento