Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Vieste

Vieste, passeggiata della legalità: a breve 200mila euro per la riapertura dello “Scialì”

Lo ha ribadito il sottosegretario all'interno Alfredo Mantovano. Hanno partecipato anche Tano Grasso, Ersilia Nobile, i rappresentanti delle associazioni, le forze dell'ordine e la magistratura della provincia

L’inizio di un’azione di pulizia delle forze dell’ordine e della magistratura su Vieste e sul Gargano”. E’ quanto affermato a gran voce dal sottosegretario all’interno Alfredo Mantovano, dal presidente onorario della Federazione delle associazioni antiracket Tano Grasso, dai rappresentanti delle associazioni, dalle forze dell’ordine e dalla magistratura della provincia, in riferimento agli otto arresti avvenuti in seguito all’operazione “Medioevo” del 14 aprile scorso.

A “La passeggiata della legalità”, così com’è stata denominato l’incontro tenutosi a Vieste, ha partecipato anche il sindaco Ersilia Nobile, il quale ha ribadito l’importanza dell’unica associazione antiracket nata in provincia di Foggia.

La passeggiata è terminata sul lungomare Enrico Mattei allo Scialì, il ristorante distrutto il 20 febbraio da un attentato incendiario il cui titolare era un socio dell’associazione.

Sarà mantenuta la promessa fatta il primo marzo dal sottosegretario Mantovano, il quale aveva annunciato la riapertura del ristorante con i fondi stanziati dalla legge che protegge le vittime della mafia. A giorni arriverà in prefettura un anticipo di 200mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vieste, passeggiata della legalità: a breve 200mila euro per la riapertura dello “Scialì”

FoggiaToday è in caricamento