menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Omicidio a Vieste, trovato senza vita il 46enne Giambattista Notarangelo

Il ritrovamento in località Palude Mezzane. L'uomo è stato ferito a morte con alcuni colpi di arma da fuoco. Sull'accaduto sono in corso le indagini della polizia; sul posto gli agenti della squadra mobile di Foggia

Omicidio a Vieste, poco fa, dove il corpo senza vita di un uomo è stato trovato in località Palude Mezzane, a pochi chilometri dal centro abitato della cittadina garganica. Dalle prime informazioni raccolte, si tratterebbe del cadavere di Giambattista Notarangelo, di 46 anni, cugino di Angelo e Onofrio Notarangelo, ferito a morte con numerosi colpi di arma da fuoco.

A Vieste è guerra tra clan

Sull'accaduto sono in corso le indagini della polizia, allertata tramite 113 da un agricoltore che ha scoperto il cadavere; sul posto gli agenti della squadra mobile di Foggia.  L'uomo è stato assassinato da almeno due persone  mentre si trovava all'interno della sua campagna alla periferia della città del faro. Gli agenti della polizia hanno rinvenuto 15 bossoli di pistola e fucile, sei dei quali hanno raggiunto la vittima uccidendola. 

Giambattista Notarangelo aveva subito una condanna a oltre sette anni di reclusione nell'ambito del processo 'Medioevo' su estorsioni e il racket della guardiania aggravati dal metodo mafioso. Il 21 marzo scorso, sempre in un agguato, era stato ferito in un agguato Marco Raduano, esponente di spicco della mala locale e luogotenente di Cintaridd, il boss assassinato nel gennaio 2015.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento