Paura in mare a Vieste, collisione tra due pescherecci: pronto intervento della Guardia costiera

Attivata immediatamente l’emergenza, all’arrivo i soccorsi hanno verificato come una delle due imbarcazioni fosse seriamente danneggiata, per quanto mantenesse ancora la galleggiabilità. Nessun ferito a bordo

Collisione tra due motopescherecci questa mattina a Vieste. E’ accaduto poco dopo le sei, quando alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Vieste è giunta  una richiesta di sos. Attivata immediatamente l’emergenza, all’arrivo i soccorsi hanno verificato come una delle due imbarcazioni fosse seriamente danneggiata, per quanto mantenesse ancora la galleggiabilità. Acclarato che non ci fosse nessun ferito e le buone condizioni di salute delle persone a bordo, i motopesca venivano scortati verso il porto di Manfredonia fino alla  baia di Vignanotica, dove li attendeva la CP263 della Guardia Costiera di Manfredonia che li avrebbe monitorati fino all’ormeggio. In questa occasione, per fortuna, a parte lo spavento e i danni subiti dalle unità, la vicenda si è conclusa bene.

Dalla Guardia costiera di Vieste si ricorda come “la partecipazione attiva dei cittadini (anche tramite il numero 1530) alle varie vicissitudini legate al mare risulta essere un ottimo contributo a preservare non solo la vita umana in mare, ma anche a proteggere l’intero ambiente marino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento