Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

"Rivoluzione" nella videosorveglianza: in arrivo 200 nuove telecamere in rete

Il Comune di Foggia aderisce alla convenzione Consip per riprogettare il sistema

Sarà affidata al Raggruppamento temporaneo di imprese composto da Sielte Spa e Vodafone Spa la riprogettazione del sistema di videosorveglianza nella città di Foggia.

La commissione straordinaria che gestisce il Comune ha scelto di aderire alla convenzione Consip ‘Sistemi di videosorveglianza 2’, stessa decisione operata per la pubblica illuminazione. La soluzione adottata, secondo i commissari, consentirà tempi rapidi di realizzazione del progetto e affidabilità nell’esecuzione. L’importo complessivo ammonta a 445.147,04 euro.

Da Palazzo di Città promettono “una profonda trasformazione”, in un settore delicato, finito nella relazione che ha decretato il commissariamento del Comune per infiltrazioni mafiose.

Anzi, parlano di “una vera e propria rivoluzione” che renderà il sistema di videosorveglianza “uno strumento moderno e idoneo a garantire un reale controllo del territorio per il contrasto ai fenomeni di illegalità”.

In tal senso, era stato assunto un preciso impegno anche davanti al ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, in Prefettura, a febbraio, in occasione della sottoscrizione del Patto per la Sicurezza Urbana.

Il nuovo progetto a rete previsto per la città di Foggia prevede l’installazione di duecento telecamere IP in sostituzione di quelle presenti, molte delle quali ormai vetuste ed obsolete. Si tratta di dispositivi di tipo avanzato con funzioni intelligenti come la protezione perimetrale e rilevamento intelligente del movimento.

Inoltre, è prevista l’introduzione di venticinque lettori targhe che consentiranno il controllo in tempo reale dei veicoli al fine di individuare infrazioni stradali, auto rubate in circolazione, assicurazioni e revisioni scadute o irregolari. Una nuova sala monitor sarà installata presso il comando della Polizia Locale per gestire la rete da remoto.

I nuovi posizionamenti delle telecamere saranno valutati dal Comando di Polizia Locale di concerto con i Lavori Pubblici e con i Servizi Informatici comunali, stando all’atto di indirizzo deliberato dalla commissione straordinaria.

“Con questo provvedimento si offre una risposta adeguata ad uno dei più gravi problemi evidenziati nella relazione che accompagna il decreto di scioglimento del Consiglio Comunale di Foggia – afferma il componente della commissione straordinaria Vincenzo Cardellicchio - Una risposta che oggi diventa uno strumento per migliorare la qualità della vita dei cittadini anche a tutela dei lori diritti e dei loro beni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rivoluzione" nella videosorveglianza: in arrivo 200 nuove telecamere in rete
FoggiaToday è in caricamento