rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024

In tre assaltano il Postamat con la tecnica dell'esplosivo: le immagini video del piano criminoso

E' successo a Zapponeta nella notte, il sistema dell'ufficio postale ha retto e i tre malviventi sono scappati

E' stato sventato il tentativo di tre malviventi di assaltare, nella notte tra domenica e lunedì, l'Atm dell'ufficio postale di Zapponeta. Le segnalazioni di allarme giunte intorno alle 3:15 agli operatori della Situation Room di Napoli, la sala di controllo H 24 di Poste Italiane competente per territorio, hanno consentito di rilevare le immagini di tre soggetti che a volto coperto tentavano d’inserire del materiale esplosivo all’interno del Postamat.

Gli operatori hanno prontamente richiesto l’intervento dei carabinieri. Nel frattempo la struttura ha resistito e i malintenzionati hanno rinunciato a proseguire nell'azione criminosa guadagnando la fuga.

I sistemi di custodia del denaro di Poste Italiane sono decisamente all’avanguardia tanto che nel triennio 2020-2022 il 47% dei tentativi di furto e rapina in tutta Italia sono falliti. Il risultato è stato possibile grazie agli investimenti dell’azienda in materia di protezione e sicurezza che hanno consentito, ad esempio, di dotare tutti gli Uffici Postali di dispositivi a protezione del contante, tra i quali speciali casseforti ad apertura temporizzata, e di attivare 282 sportelli dotati di RollerCash, particolari casseforti collegate alle postazioni operative i cui cassetti possono essere aperti solo alla conclusione di un’operazione. Ulteriori sistemi antieffrazione sono stati introdotti a protezione degli Atm, come ad esempio la c.d. ghigliottina che, attraverso una paratia mobile, impedisce l’introduzione di esplosivo all’interno della cassaforte stessa.

Poste Italiane, inoltre, ha previsto per gli uffici postali di Foggia e Provincia, l’introduzione di numerosi servizi di vigilanza armata (nel 2022 è stata garantita la presenza di una guardia giurata per oltre 1.328 ore durante l’orario di apertura al pubblico degli uffici e sono state effettuate oltre 125 ronde ispettive da parte di Gpg, in orario sia diurno che notturno) e la presenza di impianti di videosorveglianza a circuito chiuso composti da oltre 845 telecamere che, oltre a monitorare possibili intrusioni notturne nei locali di Poste Italiane e contribuire al riconoscimento di eventuali rapinatori, consentono attraverso un sofisticato software di video analisi predittiva di riconoscere automaticamente comportamenti sospetti e potenziali attacchi agli Atm, facendo partire in tempo reale la richiesta di intervento alle forze dell’ordine.

Si parla di

Video popolari

FoggiaToday è in caricamento