Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Ristorante cementificato su demanio marittimo, sigilli al "Guarda che luna"

 

Sequestro preventivo del noto ristorante “Guarda che luna”, sulla suggestiva scogliera in località “Acqua di Cristo”, a Manfredonia. Il locale, infatti, è stato oggetto di una indagine diretta dalla Procura di Foggia, all’esito della quale i carabinieri, con i colleghi forestali e gli uomini della Capitaneria di Porto, ne hanno eseguito il sequestro preventivo. La struttura è gestita dalla società "Bar Centrale di Romito Francesco s.a.s.", nipote di Mario Luciano, il boss di Manfredonia ucciso lo scorso 9 agosto nella strage di San Marco in Lamis, insieme al cognato Matteo De Palma che gli faceva da autista e ai fratelli Luigi e Aurelio Luciani, due agricoltori del posto uccisi perché scambiati per due “fedelissimi” dei Romito. IL VIDEO

Sigilli a 'Guarda che luna', la struttura di Francesco Romito

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento