Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Così è stato ucciso Rocco Dedda: ecco le immagini che hanno incastrato il killer

C'è stato un grande lavoro 'tecnico' a sostegno delle indagini condotte dalla polizia a seguito dell'omicidio di Rocco Dedda. Un lavoro 'chirurgico', fatto di rilevazione di dati e posizioni, di analisi di filmati di videeosorveglianza e di acquisizione di celle telefoniche.

 

Tutti dati messi a sistema tra loro e che hanno inchiodato Giuseppe Albanese, individuato dagli inquirenti come uno dei due killer di Rocco Dedda, alle sue responsabilità. La polizia ha ricostruito le fasi dell'agguato: i killer hanno bussato alla porta di Dedda e hanno aperto il fuoco senza lasciargli scampo. Poi sono fuggiti in sella di uno scooter Tmax scuro procedendo speditamente in direzione Villaggio Artigiani.

Qui hanno accostato imboccando la prima traversa di via Manfredonia e hanno incendiato lo scooter utilizzato per l'agguato e, poco oltre, gli indumenti e i caschi integrali utilizzati per travisarsi. Nel tragitto a piedi effettuto poco dopo, i due sono stati ripresi da più telecamere: uno viene sorpreso mentre parla al telefono (quella scheda dedicata conterà tre contatti prima dell'omicidio e cinque dopo), l'altro invece viene riconosciuto per la sua particolare andatura: è Albanese, e la conferma viene anche da un collaboratore di giustizia | IL VIDEO

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento