Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Il Caporalato nel Foggiano si contrasta in questo modo

L'iniziativa a Borgo Mezzanone, tra Foggia e Manfredonia. Parlano Antonio Gagliardi e Pino Gesmundo, segretari regionali della Flai e della Cgil

 

Si è svolta ieri pomeriggio in piazza Santa Maria del Grano, a Borgo Mezzanone, ‘Caporalato No!’, l’iniziativa promossa da Flai e Cgil Puglia per rilanciare le azioni contro lo sfruttamento del lavoro in agricoltura e le proposte del sindacato per affrontare i temi dell’accoglienza, dell’intermediazione di lavoro, dei trasporti, ovvero i tre nodi su cui agisce e prolifera l’illegalità nel settore primario della nostra regione.

L’incontro pubblico si è tenuto in una provincia e in un luogo fortemente simbolici, ovvero nella borgata di Mezzanone nell’agro al confine tra i comuni di  Foggia e Manfredonia, dove è presente uno dei più popolosi insediamenti di lavoratori stranieri dopo lo sgombero del “gran ghetto”.

Eliminare ogni intermediazione illecita della manodopera, accogliere i lavoratori in luoghi pubblici nei centri abitati, la possibilità di potersi recare sui campi, quindi il trasporto, l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, alcune delle proposte avanzate da Antonio Gagliardi e Pino Gesmundo, rispettivamente segretario Flai Puglia e segretario regionale della Cgil.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento