Sabato, 15 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono 7 anni che aspettiamo". Il nulla dopo la tragedia in via Ferrante Aporti: topi, scarafaggi e puzza dalla discarica a due passi dal centro

A 7 anni dal crollo nel cantiere, che vide anche una vittima, il tempo si è fermato e, ad oggi, tutto è come quel lontano 19 novembre del 2014.

A sei anni e mezzo dal crollo di via Ferrante Aporti, in cui perse la vita un operaio impegnato a ristrutturare un fabbricato, è tutto fermo. Le lancette dell'orologio si sono fermate a quel 19 novembre 2014. 

L'area è ancora sotto sequestro. Da allora - nelle more di attribuire le responsabilità della tragedia - la zona è recintata e via Ferrante Aporti, angolo via Umberto Ingino, è chiusa al traffico.

E intanto il cantiere si è trasformato in una discarica a cielo aperto. “Sono sette anni che aspettiamo, ci vogliono i fatti” tuona un residente rivolgendosi al sindaco.  "Ci sono topi, rifiuti, scarafaggi e una puzza incredibile" aggiunge una donna: "Qui vengono a drogarsi", le fa eco un'altra abitante del posto.

Invani sono risultati gli appelli all'Amiu e all'amministrazione comunale. Al danno, di volta in volta si aggiunge anche beffa delle udienze "sistematicamente rinviate".

Si parla di

Video popolari

"Sono 7 anni che aspettiamo". Il nulla dopo la tragedia in via Ferrante Aporti: topi, scarafaggi e puzza dalla discarica a due passi dal centro

FoggiaToday è in caricamento