Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Accordo “retroattivo” non piace a Di Fonso: “Metropol, o paghi o vai a casa”

"Le organizzazioni sindacali che hanno firmato si sono prestate al gioco di Metropol". Questa mattina incontro in Prefettura tra i Rizzi e i sindacalisti Usppi. I lavoratori non ricevono 14esima, rimborso Irpef e stipendi da luglio

La richiesta di Massimiliano Di Fonso e Massimo Nicastro di pagare tutti gli stipendi arretrati entro la fine dell’anno non sarebbe stata accolta dalla Metropol, che il 6 novembre avrebbe firmato un accordo sindacale con i segretari della Filcams Cgil, della Uiltucs Uil e della Ugl con cui si sarebbe impegnata a pagare le quattro mensilità arretrate con cadenza mensile a partire dal 30 novembre prossimo e il mese di ottobre a dicembre.

PARTONO LETTERE E DECRETI INGIUNTIVI

Questa mattina toni accesi con i rappresentanti dell’istituto di vigilanza Antonio e Leonardo Rizzi, nell’incontro che si è svolto in Prefettura, durante il quale l’Usppi non ha battuto ciglio: “Se Metropol non è in grado di pagare i lavoratori lasci i servizi e gli appalti al Comune e al Poligrafico, perché in questo modo non si può andare avanti”

Di Fonso evidenzia e denuncia l’esistenza del verbale d’accordo che riporta la data di domenica 6 novembre (“cosa mai avvenuta"), ma sottoscritto qualche giorno dopo “per giustificare al prefetto un accordo capestro senza beneficio e tutela economica). “Le organizzazioni sindacali che hanno firmato si sono prestate al gioco di Metropol”.

Di Fonso conferma: “Abbiamo il dovere di difendere i lavoratori da un istituto che ormai ha preso il vizietto di non pagare i lavoratori già da diversi anni, pertanto Metropol o paga quanto spettante ai lavoratori o vada a casa, di aziende furbesche che vincono appalti importanti e poi speculano sul sangue dei propri dipendenti non sappiamo che farcene. Se non si raggiungerà un accordo, il 25 novembre saremo davanti all’istituto di vigilanza per gridare le nostre ragioni”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo “retroattivo” non piace a Di Fonso: “Metropol, o paghi o vai a casa”
FoggiaToday è in caricamento