rotate-mobile
Cronaca Centro - Piazza Giordano / Via Matteotti Giacomo

Via Matteotti: distrutta la vetrina del comitato di Alfonso De Pellegrino

Ritrovata anche una trave di legno. Distrutti i vetri del comitato, lo stesso utilizzato dal candidato Marasco per le primarie

Una vetrina distrutta, vetri in frantumi ovunque e una trave di legno nei pressi. Così ha trovato questa mattina il proprio comitato elettorale di via Matteotti Alfonso De Pellegrino, candidato al consiglio  comunale nelle liste del Partito democratico, nonché amministratore delegato di Amgas Blu. L'atto vandalico è stato compiuto con tutta probabilità nella notte. De Pellegrino si dice deluso e arrabbiato per un attacco che definisce "senza senso".

"Chi pensa di intimidire Alfonso De Pellegrino e il Partito Democratico sfasciando la vetrina di un comitato elettorale dimostra di non conoscere la sua e la nostra determinazione ad affermare i valori della democrazia e della legalità". ha detto il segretario provinciale del PD foggiano, Raffaele Piemontese, esprimendo la solidarietà dell'intera comunità Democratica ad un "fraterno amico e appassionato militante e dirigente impegnato nella campagna elettorale con grande entusiasmo e impegno".

“Ogni volta che la violenza si palesa la nostra militanza subisce una grave offesa – continua Piemontese – Purtroppo sono sempre più numerosi i sobillatori, gli avvelenatori di pozzi, i farneticanti che incitano con le loro parole prive di senso e costrutto a sfogare la rabbia contro i simboli politici e istituzionali. Spero che si chiarisca il movente e si individuino i responsabili del gesto - conclude il segretario provinciale del PD Capitanata - Nel frattempo Alfonso e tutti noi continueremo ad impegnarci per dare un futuro più sicuro e sereno a Foggia ed ai foggiani".

"Il grave atto vandalico che ha interessato il comitato dell'amico Alfonso de Pellegrino ci porta a riflettere sul vero significato da attribuire a questa campagna elettorale. Esiste una minima parte della citta' che ritiene ancora di poter impedire a persone per bene e animate da puro spirito di servizio come Alfonso e tanti altri, la partecipazione alla gestione della "cosa" pubblica.  Il vero "tema" e' la legalita'. Siamo convinti che i principi di legalita' e trasparenza debbano essere al centro di tutti i processi democratici e amministrativi della prossima consiliatura.  Questo dovra' essere il primo degli obiettivi del nuovo Consiglio comunale di Foggia" commentano  Patrizia Lusi e Francesco Pastore, componenti direzione provinciale del PD.

Ferma la condanna di Ilaria Maria, candidata del Nuovo Centrodestra al Comune di Foggia: "Esprimo solidarietà a de Pellegrino per il grave atto vandalico che ha subito. Foggia non può essere etichettata come una città violenta a causa di chi, senza alcun rispetto per le regole che animano il confronto democratico, nutre l'insano desiderio di esacerbare i toni della campagna elettorale.  Benché de Pellegrino sia un avversario dal punto di vista elettorale  non posso tacere la mia personale riprovazione contro quanto è stato commesso in spregio alle regole della convivenza civile. Il ripudio della violenza è propedeutico al bisogno di sicurezza che i cittadini invocano a gran voce. Per prima ho ricevuto una lettera intimidatoria. Gli atti vandalici non trovano alcuna giustificazione e meritano fermezza nella condanna!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Matteotti: distrutta la vetrina del comitato di Alfonso De Pellegrino

FoggiaToday è in caricamento