Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

'Immunizzati' più di 9mila ultraottantenni foggiani: vaccinazione a domicilio in 16 comuni, presto anche nei centri grandi

Il Nucleo Operativo Aziendale (Noa), presieduto dal Direttore Sanitario Antonio Nigri, e integrato dai Medici di Medicina Generale, sta completando la programmazione delle somministrazioni a domicilio che riguarderanno, a breve, anche i comuni di maggiori dimensioni

Sono 534.621 le dosi di vaccino somministrate in Puglia a fronte di 601.745 dosi consegnate, pari all’88,8 per cento (dato aggiornato alle ore 15.30). 161.585 dosi sono state somministrate a cittadini over 80, di queste 44.334 sono richiami con la seconda dose.

In provincia di Foggia prosegue, nei piccoli comuni, la vaccinazione a domicilio di tutte le persone ultraottantenni non autosufficienti. Ad oggi, i medici di medicina generale hanno già somministrato a domicilio 366 dosi in 16 comuni.

Il Nucleo Operativo Aziendale (Noa), presieduto dal direttore sanitario Antonio Nigri, e integrato dai medici di Medicina Generale, sta completando la programmazione delle somministrazioni a domicilio che riguarderanno, a breve, anche i comuni di maggiori dimensioni.

Sempre con la Medicina Generale si sta pianificando, inoltre, la vaccinazione delle persone estremamente vulnerabili in modo da organizzare le somministrazioni nella maniera più appropriata.

La direzione generale, parallelamente, sta riorganizzando l’intera rete in vista delle successive fasi della campagna vaccinale che coinvolgerà tutta la popolazione come previsto dalle direttive ministeriali e regionali. Oltre ad aver individuato, infatti, 20 “Punti Vaccinali di Popolazione” (Pvp) distribuiti sul territorio, sta mantenendo e consolidando la rete degli ambulatori vaccinali anche nei piccoli comuni, dove il modello organizzativo flessibile, la professionalità degli operatori e la disponibilità di amministrazioni locali e associazioni di volontariato hanno fatto registrare ottimi risultati.

Contestualmente continua la somministrazione della seconda dose alle persone ultraottantenni presso gli ambulatori vaccinali allestiti su tutto il territorio: ad oggi hanno concluso il ciclo vaccinale di prima e seconda dose oltre 9mila ultraottantenni.

Sono in programma oggi nei centri vaccinali della Asl Bari 951 vaccinazioni riservate agli over 80, comprese le somministrazioni delle prime dosi agli ultra ottantenni che da ieri hanno la possibilità di accedere al nuovo hub della Fiera con spazi adeguati e percorsi dedicati. Al lavoro nella fase della accoglienza i volontari della Protezione civile, insieme al personale del Dipartimento di prevenzione della ASL impegnato nelle procedure di raccolta dati, anamnesi, somministrazione e osservazione post somministrazione.

Con una media di 3500 somministrazioni al giorno, proseguono l’attività anche gli altri punti vaccinali territoriali della ASL, dove sono in corso le seconde dosi degli over 80 e delle altre categorie previste dai piani ministeriali e regionali. Vaccinazioni anche nei centri diurni: le somministrazioni delle prime dosi - partite nei primi giorni di marzo ed eseguite già in 26 strutture di Bari e provincia – procedono regolarmente con i team degli operatori del Dipartimento di prevenzione schierati su tutto il territorio provinciale.

Si sono infine concluse le vaccinazioni per il mondo della scuola, con un totale aggiornato di 29.012 operatori scolastici vaccinati con la prima dose di Astrazeneca. La Asl ha al momento all’attivo 180.318 somministrazioni comprensive di tutte le categorie prioritarie, dall’inizio della campagna vaccinale ad oggi.

Prosegue la campagna di vaccinazione antiCovid della Asl Lecce. Sono 25.712 gli ultra80enni a cui è stato somministrato il vaccino, tra questi 12515 hanno già ricevuto la seconda dose.Tra il 26 e il 28 marzo verrà vaccinato il personale dell'Università del Salento.

Continua la campagna di vaccinazione anche nella Asl Bt dove oggi i protagonisti sono stati gli over 80. Somministrate anche seconde dosi agli utenti fragili del mondo della scuola.

Nella Asl di Brindisi sono partite oggi le vaccinazioni per detenuti e personale della Casa circondariale. Proseguono le vaccinazioni per gli over 80, ai quali martedì 30 e mercoledì 31 marzo sono dedicate due giornate per la vaccinazione domiciliare affidata ai medici di medicina generale.

La Asl Taranto comunica che è partita questa mattina la campagna vaccinale a domicilio per gli ultraottantenni non deambulanti o con gravi patologie a cura dei medici di medicina generale. Dopo le prime vaccinazioni domiciliari avviate lunedì a cura del Dipartimento di Prevenzione, ieri sono stati consegnati a 66 medici di quasi tutti i comuni della provincia, da Ginosa ad Avetrana, i flaconi di vaccino Moderna, grazie ai quali si potranno vaccinare 726 over 80. E stamattina i primi medici hanno potuto già vaccinare alcuni dei propri assistiti. L’obiettivo è vaccinare tutti gli ultra ottantenni prenotati nel più breve tempo possibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Immunizzati' più di 9mila ultraottantenni foggiani: vaccinazione a domicilio in 16 comuni, presto anche nei centri grandi

FoggiaToday è in caricamento