rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Cronaca Cerignola

Uomo ucciso da due pitbull nel Foggiano. Gli animalisti: "Non sopprimeteli"

Un uomo di 66 anni è morto vicino Cerignola per le ferite riportate da due Pitbull. L'Aidaa chiede al magistrato di salvare i due animali

L'associazione italiana difesa animale ed ambiente, chiede al magistrato che segue le indagini sulla tragica morte del senza fissa dimora 66enne originario della Slovenia morto per le gravissime ferite riportate in seguito all'aggressione di due Pitbull, di salvare gli animali avvenuta nei pressi di un casolare rurale ubicato in zona ‘Fornaci', in cui è rimasto ferito anche un polacco.

"E' certamente noto quanto accaduto nei giorni scorsi a Cerignola dove due pitbull hanno morsicato un senza fissa dimora, provocando ferite che lo hanno portato alla morte. Ovviamente totale rispetto e cordoglio per la morte dell'uomo" scrivono.
Tuttavia, l'associazione animalista Aidaa interviene sulla vicenda con una lettera al magistrato che segue le indagini sull'accaduto per chiedere garanzie sul futuro dei due cani e soprattutto per evitare la loro soppressione. "Domattina invieremo una richiesta formale alle autorità che si stanno occupando della vicenda per chiedere informazioni certe e dirette in merito al futuro dei due cani. Noi siamo certi che si farà di tutto per evitare la loro soppressione, ma chiediamo anche che non vengano restituiti al proprietario e che si avvi un percorso per il loro recupero e il loro riaffidamento pronti se necessario a fare la nostra parte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo ucciso da due pitbull nel Foggiano. Gli animalisti: "Non sopprimeteli"

FoggiaToday è in caricamento