menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La giovane Letizia Diana

La giovane Letizia Diana

È mistero sulla scomparsa di una 17enne. Foggiano va dai carabinieri: "Non ho rapito io Letizia"

Letizia Diana, 17enne di Conegliano, è scomparsa la scorsa domenica. Si teme possa essere finita nella rete di una organizzazione criminale dedita alla tratta delle bianche da avviare alla prostituzione. La Procura di Treviso ha aperto una inchiesta

Era stato indicato come l'uomo che, la scorsa domenica, potrebbe aver prelevato la 17enne Letizia Diana, di origini romene, dalla sua abitazione facendone perdere le tracce. Nella giornata di ieri, il giovane della provincia di Foggia, ma residente in Germania, si è presentato spontaneamente dai carabinieri per chiarire la sua posizione (è risultato estraneo ai fatti).

È mistero sulla scomparsa di Letizia, 17enne di Conegliano. I familiari temono possa essere finita nelle mani di uno sfruttatore. La Procura di Treviso ha aperto un fascicolo di inchiesta: sottrazione di minore il reato ipotizzato dal pubblico ministero Barbara Sabattini, che ha iscritto il nome del giovane (menzionato ai carabinieri dalla madre della ragazzina). La donna, infatti, è convinta che la figlia sia finita nelle mani di 27enne, anche lui romeno, che vive in Germania, e che avrebbe conosciuto Letizia attraverso una chat telefonica. La paura è che Letizia possa essere caduta nella rete di una organizzazione criminale dedita alla tratta delle bianche da avviare alla prostituzione.

Come riporta TrevisoToday.it, nel tardo pomeriggio di ieri, la donna ha dichiarato nel corso del programma "Pomeriggio 5" di aver ricevuto poche ore prima una telefonata da Letizia, che le avrebbe detto di stare bene e di ritirare le denunce. Un contatto della cui genuinità sospettano gli inquirenti, che  battono ogni pista che possa portare sulle tracce lasciate dall'uomo che avrebbe, di fatto, rapito Letizia. Nelle ultime ore sono stati ascoltati anche amici e conoscenti della famiglia e della ragazzina nel tentativo di dare un nome certo a quel giovane uomo che, poco dopo la scomparsa, ha chiamato la mamma della ragazza dicendo: "Non preoccuparti, è con me. Da adesso mi occuperò io di lei".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento