rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022

La Dia incontra gli studenti foggiani: "Dove c'è cultura non ci può essere la mafia"

Per i 30 anni della Direzione Investigativa Antimafia, il tenente colonnello Paolo Iannucci, Capo della sezione operativa di Foggia, ha incontrato gli studenti delle scuole superiori nel Dipartimento di Lettere dell'Università di Foggia

Nell'ambito degli incontri per celebrare il trentennale della nascita della Direzione Investigativa Antimafia, fortemente voluta dal giudice Falcone, il tenente colonnello Paolo Iannucci, Capo della sezione Dia di Foggia, ha incontrato gli studenti delle scuole superiori nell'aula del Dipartimento di Lettere, in via Arpi a Foggia. Iannucci ha risposto alle domande dei ragazzi sulla mafia.

"Dove c'è cultura non ci può essere la mafia - ha commentato - La Dia sta puntando tutto sugli studenti per dare loro una speranza che un futuro migliore c'è". Un segno di speranza partendo dalla cultura dei giovani.

Sul caso del tentato omicidio avvenuto a Nettuno (RM) ai danni di Antonello Francavilla e del figlio minore, il tenente colonnello non si sbilancia: "Certamente l'indicatore è preoccupante ma non è detto che sia maturato in queste circostanze", non escludendo che l'attentato possa essere nato in ambiti al di fuori della guerra di mafia foggiana. 

Video popolari

La Dia incontra gli studenti foggiani: "Dove c'è cultura non ci può essere la mafia"

FoggiaToday è in caricamento