Il lido incendiato rinasce grazie alle donazioni. Criminalità non spaventa Vieste: "Non arretriamo di un millimetro"

L'attentato incendiario all'Ultima Spiaggia Beach di Vieste, avvenuto nella notte tra giovedì 11 e venerdì 12 febbraio, ha causato seri danni alla struttura balneare. Raccolta fondi va bene. Il commento dell'antiracket e del sindaco

E' quasi vicina all'obiettivo di 5mila euro la raccolta fondi organizzata all'indomani dell'attentato incendiario all'Ultima Spiaggia Beach di Vieste, avvenuto nella notte tra giovedì 11 e venerdì 12 febbraio, che ha causato seri danni alla struttura balneare. "Con questa raccolta fondi simbolica vogliamo contribuire e sostenere la ricostruzione, per rendere ancora più bello rispetto a prima il lido più amato dai giovani del Gargano. Partecipare anche con un importo minimo a questa campagna, è importante per dimostrare a chi si è fatto autore di questo vile gesto che dalle ceneri che lasciato, non potrà che rinascere un fiore più bello che mai"

"Chiediamo a tutti quelli che amano questo posto e che ci sono passati almeno una volta nella loro vita, di partecipare a questa iniziativa di sensibilizzazione. La raccolta fondi durerà fino a sabato 6 marzo e sarà sponsorizzata tramite diverse iniziative organizzate e supportate dagli artisti e dagli amici che come noi, amano questo meraviglioso posto! Grazie sin da ora per il vostro prezioso aiuto!" l'appello dei titolari di Ultima Spiaggia Beach e Big Foot Sound

Per il presidente dell'associazione antiracket Vieste, Nicola Rosiello, si è trattato di un "deplorevole episodio criminale", che, aggiunge, "non può che addolorare profondamente i membri della nostra associazione e l’intera comunità, catapultando tutti noi in un passato, evidentemente ancora troppo recente, che ha fortemente segnato la nostra collettività"

Rosiello aggiunge: "In momenti come questo è per noi doveroso ricordare l’importanza della denuncia come unico strumento capace di tutelare realmente le vittime e contribuire a debellare il morbo asfissiante della criminalità. Confidiamo che, come già accaduto nel passato, grazie al diligente ed irreprensibile lavoro delle forze dell’ordine, si riuscirà, ancora una volta, ad affrancare il nostro amato territorio da intollerabili dinamiche mafiose. I viestani hanno ben compreso quanto possa risultare decisivo, per il loro futuro, non arretrare di un solo passo dinanzi ai vili soprusi della criminalità".

Questo invece il commento del sindaco Giuseppe Nobiletti: "Dobbiamo vedere in cosa si inserisce questo atto, un primo segnale dopo un anno e mezzo di relativa tranquillità. Dobbiamo rimanere vigili e gli imprenditori devono sapere che non sono più soli. Non indietreggeremo di un millimetro su questa tematica, ho vissuto da sindaco anni peggiori, quindi questo non ci spaventa, andremo avanti sempre a testa alta"

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Il lido incendiato rinasce grazie alle donazioni. Criminalità non spaventa Vieste: "Non arretriamo di un millimetro"

FoggiaToday è in caricamento