rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Ucraini in fuga direzione Foggia, famiglie pronte ad ospitarli. De Zerbi e Bianco lasciano Kiev, Giulia abbraccia la madre

L'ex allenatore del Foggia Roberto De Zerbi e il suo vice allo Shakhtar l'ordonese Paolo Bianco, hanno lasciato Kiev. Attesi in città i primi pullman di profughi in fuga dall'Ucraina

Nata con l’obiettivo di accogliere le adesioni al progetto ‘Emergenza Ucraina’, due famiglie di San Nicandro Garganico, due di Torremaggiore e sei di Lesina si sarebbero messe a disposizione per accogliere i rifugiati ucraini che in queste ore sono in fuga dalla guerra, provenienti da Kiev e dal resto della nazione. Nel giro di pochissime ore sarebbero arrivate oltre 60 adesioni, di persone che hanno messo una casa o una stanza a disposizione di profughi donne e bambini. L’obiettivo è il raggiungimento di 10mila posti letto. Gli ideatori, Chiara Vischi e alcuni amici, tengono a precisare che non si tratta di un’associazione e che non c’è alcuna richiesta di fondi. “L'unico obiettivo è quello di creare un elenco da inviare alla Protezione Civile e alle istituzioni con indicato il numero di posti disponibili suddivisi per Comune".

Ha fatto il giro del web e commosso tutti, la storia di Giulia, la ragazza che è riuscita a raggiungere l’Italia e la madre Irina, che da 20 anni lavora a Foggia come assistente agli anziani. "Giulia è fuggita da Ternopil' giovedì mattina, appena è scoppiata la guerra. Ha attraversato le frontiere, affrontando lunghissime code di auto incolonnate cariche di persone che, come lei, cercavano di andar via dalla guerra. Era in auto con una sua amica. Poi, passando per l'Ungheria, ha raggiunto la Romania dove ha preso un aereo che l'ha riportata da me". Intanto l’ex allenatore del Foggia Roberto De Zerbi e il suo vice allo Shakhtar Donetsk ed è ex giocatore rossonero di Ordona Paolo Bianco, hanno lasciato Kiev e sono in viaggio verso un luogo sicuro (guarda il video).

Nella giornata di domani è previsto l’arrivo in città dei primi autobus degli ucraini. Sono invece 10, al momento, gli studenti arrivati nel capoluogo dauno per un programma di International credit mobility, azione di Erasmus Plus, da vivere nei dipartimenti dell'università di Foggia. Sono tutti ragazzi e ragazze giovanissimi - classe 2000 e 2001, quindi poco più che matricole - giunti alla spicciolata dal 10 al 18 febbraio, ovvero ad una manciata di giorni dal conflitto che, pochi giorni dopo, avrebbe interessato i principali centri dell’Ucraina (continua a leggere).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraini in fuga direzione Foggia, famiglie pronte ad ospitarli. De Zerbi e Bianco lasciano Kiev, Giulia abbraccia la madre

FoggiaToday è in caricamento