menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Lottomatica, truffa da 8mila euro in una tabaccheria di Lucera: colpo riuscito con la scusa di aggiornare i terminali

Identificati, quali beneficiari delle illecite ricariche, due cittadini campani di 26 e di 50 anni, quest’ultimo con precedenti per truffa. Entrambi sono stati denunciati per truffa alla Procura della Repubblica di Foggia

"Dobbiamo aggiornare i terminali", ma era una truffa. Accade a Lucera, dove la titolare di un bar tabacchi è stata frodata di ben 8mila euro da due sedicenti dipendenti di Lottomatica. La vittima di truffa si è quindi rivolta agli agenti del locale commissariato, che hanno ricostruito l'accaduto e individuato i due bidonisti.

Nel dettaglio, durante il mese di settembre 2020, la titolare di un bar tabacchi di Lucera, si è rivolta alla polizia per denunciare una truffa da 8mila euro. In particolare, la stessa spiegava che qualche giorno prima era stata contattata telefonicamente, presso il suo esercizio commerciale, da  sedicenti dipendenti della società Lottomatica preposti all’aggiornamento del terminale Lottomatica Italia Servizi (LIS) in funzione nel suo esercizio commerciale.

Ebbene, costoro le rappresentavano la necessità di provvedere ad aggiornare il sistema per cui era necessario effettuare alcune semplici 'operazioni'. A tal fine, infatti contestualmente le inoltravano alcuni messaggi WhatsApp su una utenza in suo uso e le spiegavano passo-passo le operazioni da effettuare per “aggiornare il sistema”. Carpita in questo modo la fiducia della commerciante la inducevano a compiere ben otto operazioni di ricarica verso due postpay facendole credere che si trattasse di 'transazioni nulle', ovvero transazioni di prova, meramente dimostrative.

Ad operazioni concluse, però, la donna si è accorta dell'ammanco effettivo del denaro e ha realizzato di essere stata vittima di un odioso raggiro. Le indagini degli agenti dell'Ufficio Anticrimine del commissariato di Lucera sull’attivazione delle postepay e sulle relative liste movimenti hanno consentito di individuare e denunciare alla Procura della Repubblica di Foggia, i beneficiari delle illecite ricariche in due cittadini campani di 26 e di 50 anni, quest’ultimo con precedenti per truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento