Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Spacciavano per pregiato olio di pessima qualità, arrestati fratelli truffatori: uno dei due aveva ben 30 colpi all'attivo

Si tratta di Pietro e Giuseppe Gervasio di Cerignola. Sequestrati quattro cartoni contenenti 16 taniche di una miscela che somigliava ad olio, 21 etichette adesive indicanti la scadenza del 30 dicembre del 2020 e tre confezioni contenenti 36 chili di olive

Come riportato da FrosinoneToday, Pietro e Giuseppe Gervasio, due fratelli cerignolani di 55 e 41 anni, per poter intascare denaro facile si erano inventati la truffa dell'olio extravergine di oliva che consisteva nel consegnare dei cartoni contenenti dell'olio di pessima qualità spacciandolo per un prodotto pregiato.   

Dopo quattro colpi messi a segno nel mese di novembre a Piedimonte San Germano e Frosinone, nella giornata di ieri sono stati sopresi dai carabinieri della compagnia di Alatri mentre cercavano di farsi consegnare del denaro dalla commessa di un'attività commerciale sostenendo che la titolare aveva effettuato l'ordine e che dunque dovevano essere pagati. Gli investigatori hanno scoperto che soprattutto Giuseppe aveva al suo attivo ben trenta truffe andate a segno. 

I carabinieri hanno fatto scattare le manette ai loro polsi e hanno sequestrato quattro cartoni contenenti 16 taniche di una miscela che somigliava ad olio, 21 etichette adesive indicanti la scadenza del 30 dicembre del 2020 e tre confezioni contenenti  36 chili di olive. Entrambi i fratelli sono stati accompagnati presso le camere di sicurezza in attesa che vengano processati con il rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciavano per pregiato olio di pessima qualità, arrestati fratelli truffatori: uno dei due aveva ben 30 colpi all'attivo
FoggiaToday è in caricamento