Franchising fantasma: decine di imprenditori truffati, indagati due foggiani

Indagini condotte dalla GdF di Ariano Irpino. I tre, una donna di Avellino, un 50enne di Foggia e un 51enne di Biccari, dovranno rispondere di associazione per delinquere finalizzata alla truffa commerciale

Avevano messo in piedi, in diverse città italiane, una rodata organizzazione che prometteva allettanti guadagni nell'acquisto in franchising di servizi postali e finanziari. Nella rete, organizzata da due pugliesi, P.E.L., 50 anni di Foggia e G.C., 51 anni di Biccari, e da una donna di 30 anni, T.M.R. di Avellino, sono caduti decine di giovani imprenditori che hanno investito somme dai 10mila ai 100 mila euro per affiliarsi a due società, una delle quali con sede a Milano, di fatto inesistenti, per la vendita di giochi on line.

I tre avrebbero convinto molte persone a investire grosse cifre in un franchising per il gioco on line. Pubblicizzavano favolosi guadagni attraverso una società di Milano e una creata ad hoc, affiliandosi a una rete per la vendita di prodotti "Giocarendita" o "Vinci per Sempre" (nel settore delle scommesse on line) e "Finposteitalia" (nel settore delle poste private).

Le indagini della Guardia di Finanza di Ariano Irpino, coordinate dalla locale Procura, hanno accertato che i giochi non erano registrati e che i Monopoli dello Stato non avevano mai rilasciato alcuna autorizzazione. La truffa è stata scoperta in seguito ad una indagine sul lavoro sommerso che aveva riguardato una delle società con sede in Ariano Irpino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli imprenditori, dopo aver versato le cospicue somme necessarie per l'affiliazione, sono stati costretti a chiudere per l'impossibilità di erogare i servizi promessi ma mai ottenuti e per i costi, eccessivi di quelli commercializzati. Ai tre indagati per associazione per delinquere finalizzata alla truffa commerciale, sono stati sequestrati conti correnti, titoli, carte di credito e bancomat a Torre del Greco, Roma, Milano, Avellino, Bologna, Lecce e Biella

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento