menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Biccari, indebite erogazioni pubbliche: scoperta truffa aggravata

Il NIPAF e il Corpo Forestale di Biccari hanno portato a termine un'operazione nel settore delle erogazioni pubbliche. Ci sarebbe stata anche la complicità di chi avrebbe dovuto vigilare sulla corretta esecuzione dei lavori

Il Corpo Forestale di Biccari insieme al N.I.PA.F. di Foggia ha smascherato una vera e propria truffa aggravata finalizzata al conseguimento di erogazioni pubbliche nel settore delle lavorazioni boschive.

Attraverso documentazione ideologicamente falsa e ottenuta con la complicità di chi avrebbe dovuto vigilare sull’esecuzione dei lavori di sistemazione del bosco comunale in località Orto di zolfo, la cooperativa incaricata dei lavori di sistemazione e diradamento dell’area boschiva, avrebbe ottenuto indebitamente la liquidazione di somme pubbliche per un importo pari a circa 62mila euro.

Su 85mila euro certificati, il Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale ha accertato che i lavori realmente eseguiti non superavano i 22mila euro. Inoltre le comunicazioni di ultimazione dei lavori e dello sgombero del materiale legnoso, sono state indirizzate solo a determinati Enti, ma non al Corpo Forestale dello Stato, unico soggetto legittimamente deputato ai controlli in questione.

La cooperativa avrebbe arrecato un danno anche all’Ente provincia. La Procura di Lucera ha emesso determinate misure cautelari, tra le quali il divieto temporaneo di esercitare le attività inerenti la qualifica di dottore agronomo e forestale in capo al direttore dei lavori e il divieto temporaneo di esercitare l’attività imprenditoriale in capo all’amministratore unico della società.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento