Cerignola, commercio di veicoli usati: ditta truffa 5mln di euro

Ditta emette fatture per operazioni inesistenti. Frode all'Iva per 1mln di euro. Denunciati anche 7 privati per truffa ai danni dello Stato. Nel mirino della Gdf finisce anche una ditta di pezzi di ricambio

Guardia di Finanza

Operava a Cerignola nel commercio di autoveicoli usati la ditta sconosciuta al fisco scoperta dalle Fiamme Gialle. I militari della Gdf hanno accertato infatti l’emissione di fatture per 5mln di euro di imponibile riferite ad operazioni praticamente inesistenti. Frode all’Iva per 1mln di euro e omessa dichiarazione di 220mila euro di proventi derivanti da attività illecite.

In sostanza le indagini eseguite hanno portato a conoscenza del fine della ditta: quello di auto intestarsi fatture di acquisto di veicoli provenienti da altre nazioni europee ed emetterne altrettante a favore degli effettivi commercianti. Beneficiando di un indebito credito di Iva, in questo modo immettevano sul mercato autoveicoli a prezzi concorrenziali, nella misura corrispondente all’imposta non pagata.

Ci sarebbero anche dei privati che hanno fatto ricorso a tale espediente al fine di acquistare direttamente autovetture all’estero senza il pagamento dell’iva; il soggetto controllato ha agito da prestanome di una società per la vendita di pezzi di ricambio consentendole di non figurare nelle transazioni commerciali intercorse con clienti ubicati principalmente in località del Nord Italia e, quindi, di evadere le imposte sui redditi e l’iva.

Per ciascun veicolo il soggetto controllato riceveva un compenso di 250 euro e una percentuale del 3% sulla vendita dei pezzi di ricambio. Il titolare della ditta è stato denunciato per il reato di emissione di fatture per operazioni inesistenti e, insieme ai 7  privati, per il reato di truffa ai danni dello stato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei confronti dei 6 rivenditori ubicati fuori provincia, sono state inoltrate apposite segnalazioni ai competenti reparti del corpo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

  • Coronavirus: 75 casi in provincia di Foggia, in Puglia sono 301 e tre morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento