menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pasquale Fratepietro

Pasquale Fratepietro

"Tuo figlio è nei guai: dacci 2000 euro!". Anziana truffata in via Silvio Pellico

La vittima è una donna di 79 anni, caduta nella 'trappola', con l'idea di aiutare un figlio finito nei guai. Sull'accaduto indagano gli agenti della sezione volanti

Il cliché è sempre lo stesso. La truffa messa a segno ieri mattina, a Foggia, ai danni di una anziana donna è una variazione sul tema del medesimo canovaccio. Chi ha agito ha pizzicato ancora una volta le corde della famiglia. Così ieri mattina, in via Silvio Pellico, una donna di 79 anni è caduta nella trappola, con l’idea di aiutare un figlio finito nei guai.

Erano le 10 e mezza circa del mattino, quando un giovane di circa 25 anni, capelli scuri corti e maglietta gialla, presentandosi come un amico del figlio, ha bussato alla sua porta, spiegando che lo stesso era stato coinvolto in un incidente stradale ed era stato accompagnato in questura. Cosa, ovviamente, mai avvenuta. Secondo la versione del truffatore, la donna poteva evitargli l’arresto pagando una multa – una sorta di “cauzione” - di 2000 euro.

Disperata, la donna ha ‘raccattato’ tutto il denaro presente in casa (400 euro) e ha consegnato, a compensazione, una quindicina di gioielli in oro tra collane, bracciali e orecchini. Il ragazzo ha preso in consegna denaro e preziosi e, dall’abitazione al quinto piano, si è precipitato giù, in strada, dove ad attenderlo, in una utilitaria blu elettrico, vi era un complice.

Subito dopo il fatto, l’anziana donna, ha chiamato altri figli e parenti che hanno capito la vera natura dell’accaduto e hanno denunciato l’avvenuta truffa alla polizia. Sull’accaduto, sono in corso le indagini degli uomini della Sezione Volanti di Foggia. Un episodio molto simile a quello registrato, sempre a Foggia, lo scorso 19 giugno in viale Di Vittorio quando, utilizzando la stessa tecnica, ignoti truffarono un'anziana, sottraendole la somma di 850 euro.

“Con l’arrivo dell’estate, come ogni anno, aumentano i casi di truffe agli anziani e furti in appartamento”, spiega il dirigente della Sezione Volanti, il vicequestore aggiunto Pasquale Fratepietro. “Nel caso specifico, questa è la seconda truffa registrata, con le medesime modalità, nel giro di pochi giorni. Ma tante, una decina almeno, sono quelle sventate grazie ai consigli che periodicamente vengono passati dalla Questura”. Consigli pratici, forse elementari, eppure non sempre seguiti. E con gravi conseguenze.

“Innanzitutto, mai la porta agli sconosciuti. Poi, prima di prendere qualunque decisione chiedere sempre il parere ad un figlio, un parente o un vicino di casa e, in caso di richieste di denaro, allertare le forze dell'ordine. In generale, agli anziani l’invito è ad essere più cauti e prudenti; ai loro figli, nipoti o vicini è quello di essere più attenti e presenti, soprattutto in questo periodo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Proprietà e benefici delle fave

Attualità

O la si salva o la si uccide

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento