Cronaca

"Sono un amico di suo figlio", poi la spinge in casa e fugge con 4mila euro

Ad agire è stato un abile bidonista, che è riuscito a superare le resistenze iniziali della vittima designata, riuscendo a sottrarle una importante somma di denaro. Il suo identikit è nelle mani degli agenti della Sezione Volanti

Immagine di repertorio

Si finge un conoscente del figlio, e con scuse e raggiri, riesce a truffare e derubare una anziana di Foggia. Resta alto l'allarme truffe, a Foggia, dove un altro colpo è stato messo a segno nella giornata di ieri, ai danni di una 79enne del posto. 

Ad agire è stato un abile bidonista, che è riuscito a superare le resistenze iniziali della vittima designata, riuscendo a sottrarle la somma di 4mila euro. Il fatto è successo in una via del centro storico di Foggia. Tutto è iniziato in mattinata, quando l'anziana, insieme al marito, è andata all'ufficio postale per riscuotere la pensione.

Successivamente, la stessa è andata, da sola, a fare la spesa, in una attività poco distante dalla sua abitazione. Sulla strada del ritorno, è stata avvicinata da un uomo, a bordo di un'auto, che si è offerto di offrirle un passaggio. Al rifiuto della donna, lo stesso si è presentato come un conoscente del figlio, al quale doveva consegnare un computer.

Per acclarare la tesi, il truffatore ha anche simulato una telefonata al figlio dell'anziana, passandole il telefono. Ma la donna non ha riconosciuto la voce del figlio e ha tirato dritto per la sua strada. A quel punto è scattata la trappola: il bidonista ha rimproverato telefonicamente l'uomo, invitandolo a non alterare la voce al telefono. Nessuno aveva tempo da perdere.

A quel punto, la donna si lascia convincere, accetta il passaggio in auto dall'uomo, ma - una volta davanti all'abitazione a piano terra - è stata spinta con violenza all'interno, dove è stata costretta a consegnargli tutto il denaro in suo possesso: circa 4mila euro, prelevati da un cassetto.

Secondo quanto raccontato dalla vittima, il truffatore è un uomo basso, robusto, capelli neri, corti, e barba. Indossava jeans e camicia e viaggiava, verosimilmente, a bordo di un'Alfa Romeo 156 grigia. Sull'accaduto sono in corso le indagini degli agenti della Sezione Volanti, che sono intervenute sul posto e hanno raccolto l'identikit del truffatore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono un amico di suo figlio", poi la spinge in casa e fugge con 4mila euro

FoggiaToday è in caricamento