menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

"Sono l'avvocato di suo figlio, è nei guai: servono 2900 euro per scagionarlo": anziana truffata in via Labriola

E' accaduto ieri mattina, a Foggia. Dopo aver compreso di essere finita nel tranello di truffatori la donna ha lanciato l'allarme alla polizia. Sul posto, per raccogliere la testimonianza della vittima, gli agenti delle 'Volanti'

Dopo l'arresto, qualche giorno fa, dei due presunti truffatori campani, che si spacciavano per impiegati Inps al fine di raggirare anziani foggiani, una nuova "coppia di bidonisti" ha fatto capolino in città.

Il primo colpo, è stato messo a segno ieri, ai danni di una anziana donna, in via Labriola. La pensionata, intorno alle 10.30 del mattino, ha ricevuto la telefonata di un sedicente avvocato, incaricato di difendere il figlio, finito in un brutto guaio giudiziario a seguito di un incidente stradale. Per scagionarlo, servivano 2900 euro a titolo di spese legali. Tutte fandonie, ovviamente.

In preda al panico, la donna ha racimolato tutto il contante presente in casa mettendo insieme la cifra richiesta. Dopo poco tempo, il complice del finto avvocato ha bussato alla porta della vittima per ritirare il denaro richiesto. Dopo alcune ore, la donna ha compreso di essere finita nel tranello di truffatori e ha lanciato l'allarme alla polizia. Sul posto, per raccogliere la testimonianza della vittima, gli agenti delle 'Volanti'. Indagini in corso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento