menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trivellazioni Tremiti: il “no” della politica. L’Ente Parco chiama a raccolta la comunità

Domenico Rizzi, Francesco D'Emilio, Giannicola De Leonardis e Stefano Pecorella ribadiscono la loro contrarietà alle riflessioni sismiche volute dalla Petrolceltic Elsa e avallate dal Ministero dell'Ambiente

L’attività di trivellazione fortemente voluta dalla multinazionale irlandese “Petrolceltic Elsa” e avallata dal Ministero dell’Ambiente con il beneplacito del Governo nazionale all’esperimento petrolifero a 30 km dalle Isole Tremiti, non va giù ai cittadini garganici e a buona parte dei rappresentanti delle istituzioni.

Un anno dopo le azioni di protesta nei confronti di quella che appariva come una semplice probabilità, la politica si vede costretta a scendere nuovamente in campo e a rispondere al lamento delle sirene delle Diomedee. Destra, centro e sinistra di Capitanata ribadiscono il loro “no” alle riflessioni sismiche.

Per il consigliere regionale Giannicola De Leonardis, è “Un'iniziativa che, per citare Alessandro Manzoni, non s'ha da fare, e che vedrà una risposta decisa e autorevole di una comunità stufa di subire passivamente e di essere sistematicamente bistrattata e calpestata".

Al capogruppo del Pdl a Palazzo di Città, Francesco D’Emiliodispiace che la grande mobilitazione del maggio scorso sia stata del tutto bypassata da un ministro che probabilmente non conosce la volontà delle popolazioni locali”.

Sel di Capitanata appoggia con fermezza il pensiero del governatore della Regione Puglia Nichi Vendola e “si riserva di promuovere tutte le iniziative che riterrà necessarie ed opportune per sensibilizzare l’opinione pubblica in merito alla funesta decisione del governo e per manifestare adeguatamente la propria netta e decisa opposizione”.

Anche l’Ente Parco si sta muovendo in questa direzione, tant’è che per martedì 12 alle 17, Stefano Pecorella chiama a raccolta la comunità garganica. E' questa la prima contromisura adottata dal commissario straordinario contro la decisione di consentire l'inizio dei sondaggi per la ricerca degli idrocarburi a soli 30 km dall'Area Protetta delle Isole Tremiti. Dunque, l'Ente Parco alza immediatamente gli scudi e chiama a raccolta l'intero territorio per quella che si annuncia una responsabile battaglia di civiltà.

Anche Gianni Mongelli ha espresso la sua contrarietà alle trivellazioni.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento