Cronaca

Prima 'mano' a favore di Metta: Tribunale rigetta la domanda di incandidabilità, a luglio si pronuncerà il Tar Lazio

Rompe il silenzio sui social Rino Pezzano: "Un risultato che arriva dopo tante allusioni, mortificazioni, colpi bassi. Sono contento per Franco Metta che ottiene oggi un giudizio sperato e cristallino"

Franco Metta

In attesa che si pronunci il Tar del Lazio, l'ex sindaco di Cerignola Franco Metta e l'ex assessore Tommaso Bufano incassano un primo risultato positivo.

Dopo l'udienza dello scorso 21 gennaio, la Prima Sezione del Tribunale Civile di Foggia ha rigettato la domanda di incandidabilità dell'ex primo cittadino dopo lo scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose. "Sono stato in silenzio per tutto questo tempo, assistendo alle più disparate ricostruzioni sulle incandidabilità, tutte destituite del minimo fondamento e al limite del ridicolo", rompe il silenzio sui social Rino Pezzano.

"Io vittima di una persecuzione". Ex sindaco sull'incandidabilità: "Basata sull'acqua, stimo di campare altri 15 anni" 

"Ho sempre creduto e continuerò a credere nella giustizia e quello di oggi è un risultato che arriva dopo tante allusioni, mortificazioni, colpi bassi. Sono contento per il sindaco Franco Metta che ottiene oggi un giudizio sperato e cristallino. Un abbraccio anche a Tommaso Bufano. Per quel poco che ci è consentito uscire, cammino, camminerò e cammineremo a testa alta", conclude.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima 'mano' a favore di Metta: Tribunale rigetta la domanda di incandidabilità, a luglio si pronuncerà il Tar Lazio

FoggiaToday è in caricamento