Cronaca

Corruzione all'Inps di Foggia: revocata la misura cautelare al medico legale, accusato di aver preso mazzette in cambio dell'invalidità

La misura coercitiva era stata già sostituita con quella, meno gravosa, di presentazione alla polizia giudiziaria. I legali del medico legale: "Il provvedimento del Riesame è ancora più favorevole, perché ha disposto l’annullamento proprio dell’originario titolo cautelare"

Nella giornata di ieri, il Tribunale del Riesame di Bari ha annullato l’ordinanza cautelare emessa dal gip del Tribunale di Foggia, che aveva disposto la misura degli arresti domiciliari - tra gli altri - per il medico legale, Giovanni Dell’Aquila, indagato nell’ambito di una più ampia indagine della procura dauna sulle commissioni di invalidità presso l'Inps.

Per la verità, già lo stesso gip, all’esito dell’interrogatorio di garanzia – in cui Dell’Aquila aveva fornito chiarimenti sulla sua posizione, professandosi estraneo rispetto a qualsiasi ipotesi accusatoria - aveva ritenuto attenuate le esigenze cautelari, sostituendo la predetta misura coercitiva con quella, meno gravosa, di presentazione alla polizia giudiziaria. 

"Sta di fatto, però, che il provvedimento del Tribunale della Libertà è ancor più favorevole, perché ha disposto l’annullamento proprio dell’originario titolo cautelare", spiegano i legali dell'uomo, gli avvocati Francesco Santangelo e Annachiara d'Atti. "Occorrerà, ovviamente, attendere il deposito, nei prossimi giorni, delle motivazioni, per poter svolgere più approfondite valutazioni sulla vicenda". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corruzione all'Inps di Foggia: revocata la misura cautelare al medico legale, accusato di aver preso mazzette in cambio dell'invalidità

FoggiaToday è in caricamento