rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022

Una vergogna lunga un chilometro nella città senza una meta: "E' così da 15 anni e nessuno fa niente"

Circa un anno fa ci occupammo del segmento di Tratturo Camporeale tra la circonvallazione e il Salice. Dopo il nostro servizio furono messe 3 foto trappole ma vennero rubate dopo pochissimo tempo. Ad oggi tutto è come prima.

Da ormai deici anni ci occupiamo della discarica a cielo aperto lungo il tratturo Camporeale, l'ultima volta fu il 9 giugno 2020.

Siamo tornati sul posto esattamente un anno dopo e la situazione è rimasta pressappoco identica. Sono ancora lì tonnellate di rifiuti di ogni genere abbandonati ai bordi della carreggiata, su entrambi i lati: dagli scarti edili agli elettrodomestici, dalle buste di immondizia prodotta in casa all'eternit.

L'allora assessore all'Ambiente Matteo De Martino aveva fatto installare delle fototrappole per scovare ed immortalare i responsabili dello scempio, ma furono montate ad un'altezza di circa 3 metri e rubate qualche mese dopo, provocando un danno alle case comunali di circa 15mila euro.

Da ormai 15 anni il "chilometro della vergogna", così è stato ribattezzato, versa ancora in condizioni pietose. E intanto nessuno fa niente. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Una vergogna lunga un chilometro nella città senza una meta: "E' così da 15 anni e nessuno fa niente"

FoggiaToday è in caricamento