I volontari di TrashChallenge ripuliscono via Natola, ma lo scenario è inquietante: "Un tappeto di rifiuti presenti da anni"

Quasi 40 persone hanno partecipato alla nuova tappa, nei giardini adiacenti l'istituto Pacinotti: "Lo strato di rifiuti-fossili racconta una realtà di abbandono che va avanti da tempo". L'opera dei volontari ha seguito il vertice in Prefettura di venerdì

I volontari di TrashChallenge Foggia

I volontari di TrashChallenge Foggia sono tornati all’attacco nel pomeriggio di ieri e, armati dei soliti strumenti, hanno ripulito i giardini presso via Mario Natola, adiacenti l’Istituto Superiore “A. Pacinotti”.

"Quasi 40 persone hanno partecipato alla Trash, vecchi volontari ma anche facce nuove che vorremmo rivedere nelle prossime occasioni. Siamo emozionati nel vedere la crescente partecipazione ai nostri eventi", raccontano i volontari. 

"Nota dolente della giornata: le condizioni dell’area ripulita. Noi di TrashChallenge Foggia siamo abituati alla sporcizia e all’inciviltà, ma non finiremo mai di stupirci delle svariate tipologie di rifiuti che troviamo. Abbiamo constatato che la zona è ricoperta da un tappeto di rifiuti accumulatisi nel corso di anni, frutto dell’incuria e soprattutto dello svolgimento del mercato settimanale e dei mercatini dell’usato nella zona, che non sono soggetti ad attività sistematiche di controllo e pulizia.

Abbiamo ritrovato buste contenenti urina e deiezioni umane, abiti in stato avanzato di decomposizione impastati nel terreno, resti di batterie, telecomandi, giocattoli, un tappeto usato in cui hanno addirittura messo radici delle piante (le foto sono eloquenti, non aggiungiamo altro). Uno strato di rifiuti-fossili che racconta una realtà di abbandono che va avanti da tempo. 

Dove sono i controlli e le sanzioni? Perché non viene effettuata la pulizia dell'area? Di mezzo c'è la salute pubblica, ci sono deiezioni in zone di passaggio. Noi non ci arrendiamo e vi chiediamo di aiutarci, denunciando le condizioni di degrado della nostra città e partecipando alle nostre iniziative".

La TrashChallenge di via Natola segue il tavolo sull'emergenza climatica indetto nella giornata di venerdì dal Prefetto: "Noi di TrashChallenge Foggia eravamo presenti e abbiamo presentato le segnalazioni ricevute dal mese di aprile a oggi". 

Al tavolo hanno presenziato anche le rappresentanze di Fridaysforfuture - Foggia, Unione degli Studenti Foggia, Link Foggia, Flai Cgil Foggia, Cisl Foggia, e legambiente Circolo Gaia di Foggia: "

“La piazza del 27 settembre ha dato un segnale chiaro: le giovani generazioni vogliono un cambiamento, perché solo in questo modo il loro futuro è assicurato. I cambiamenti climatici sono una realtà da affrontare su tutti i livelli di decisionalità politica, e abbiamo apprezzato la disponibilità del prefetto ad avviare il confronto con il movimento e le realtà che hanno sostenuto la mobilitazione.” dichiarano i rappresentanti delle realtà presenti.

"Non abbiamo apprezzato, invece, l'approccio delle rappresentanze istituzionali: la Provincia non era presente e il Comune ha presenziato al tavolo con un delegato. Non è stato possibile, quindi, ottenere quel confronto con i soggetti dotati di responsabilità politica che riteniamo urgente e dovuto, visto il grande coinvolgimento di studentesse, studenti, lavoratori ed esponenti del mondo delle associazioni", continuano. 

“L’incontro si è concluso comunque con la disponibilità del Comune di Foggia a sentire le nostre ragioni. Ci siamo impegnati a presentare nei prossimi giorni un documento contenente la richiesta di dichiarazione di emergenza climatica, associata ad una serie di interventi e di ulteriori momenti di confronto che la rendano effettiva. Crediamo che sia doveroso da parte delle istituzioni accogliere le nostre richieste, e speriamo che la volontà politica di farlo ci sia.” concludono i rappresentanti, che poi annunciano: "Durante la prossima settimana presenteremo all'Assessore all'ambiente il nostro documento, redatto insieme alle associazioni studentesche, ai sindacati e alle organizzazioni sociali presenti. Ci aspettiamo un riscontro del Comune di Foggia e della Provincia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

  • Coronavirus: 75 casi in provincia di Foggia, in Puglia sono 301 e tre morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento