Allarme bracconaggio a Manfredonia, rinvenuti 'archetti' per catturare fauna alata

Ad affermarlo è il CABS l'associazione di volontari esperti in antibracconaggio. "Il termine di "archetti" si riferisce ad una dolorosa trappola presente un tempo in centro Europa e dai primi del 900 limitata alle prealpi ed a quelle bresciane in particolare. Cosa ci facevano a Manfredonia?"

Immagine di repertorio

Cardellini e trappole sequestrate dai Carabinieri Forestali nei pressi di Manfredonia. Il caso, però, assume degli aspetti molto particolari.

Ad affermarlo è il CABS l'associazione di volontari esperti in antibracconaggio. "Il termine di "archetti" – hanno riferito i protezionisti - cosi come abbiamo letto sulla stampa e come sembrerebbero confermare le foto diffuse, si riferisce ad una dolorosa trappola presente un tempo in centro Europa e dai primi del 900 limitata alle prealpi ed a quelle bresciane in particolare. Cosa ci facevano a Manfredonia?".

Il CABS sottolinea come si tratti del terzo ritrovamento in tutto il sud Italia. Gli unici due precedenti sono relativi alla provincia di Messina e Ischia.

"Nel corso dei campi antibracconaggio condotti dal CABS nelle vallate del bresciano abbiamo documentato come il meccanismo degli "archetti" tende a spezzare le zampe dei Pettirossi, lasciandoli appesi per i tendini. Nel caso di Manfredonia - hanno aggiunto i protezionisti - sembra che la preda ambita sia stato il Cardellino e per questo appare ancora più strano l'uso dell'archetto. Si tratta di una trappola in genere finalizzata all'illecito uso culinario del volatile. Il Cardellino, invece, viene catturato, pur sempre illecitamente, per divenire un canoro in gabbia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il CABS si augura che le indagini possano fare chiarezza sul perché di quelle trappole a Manfredonia. "La Puglia - hanno ricordato i protezionisti - diventa spesso preda di bracconieri di fuori regione. Speriamo che in questo caso sia solo una estrosità nel ricco e variegato panorama del bracconaggio italiano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Regionali Puglia: i risultati in diretta

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento