rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca San Severo

Non c'è pace per l'Antica Cantina, nel mirino dei delinquenti finisce anche il vicepresidente: tranciati gli alberi di ulivo

Trancio degli alberi a due chilometri da San Severo nella proprietà del vicepresidente dell'Antica Cantina. Due giorni prima l'incendio della Jaguard del presidente

Non c'è pace per l'Antica Cantina di San Severo. Dopo l'incendio della Jaguar del vicepresidente Ciro Caliendo avvenuto il 15 ottobre e per il quale ancora una volta l'amministrazione comunale si è stretta a nome della gente perbene, la scorsa notte ignoti hanno tranciato diversi alberi di ulivo di proprietà del vicepresidente, in via San Marco, a due chilometri del centro abitato.
Esattamente un anno l'azienda subì un gravissimo atto intimidatorio. 
In quella occasione ignoti - ancora impuniti - aprirono i bocchettoni dei silos e sversarono oltre 20mila ettolitri di vino nei campi, causando un danno stimato di circa un milione di euro. 
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è pace per l'Antica Cantina, nel mirino dei delinquenti finisce anche il vicepresidente: tranciati gli alberi di ulivo

FoggiaToday è in caricamento