Torna il libertà il sindaco di Serracapriola, revocato anche l'obbligo di dimora. Il gip: "La vicenda va ridimensionata"

Il sindaco Giuseppe D'Onofrio fu arrestato il 20 novembre, dai carabinieri, con l'accusa di tentata concussione, concussione e abuso d'ufficio. "Sussistono, però, i gravi indizi di colpevolezza" 

Il sindaco Giuseppe D'Onofrio

Revocato l'obbligo di dimora, torna in libertà il sindaco di Serracapriola, Giuseppe D’Onofrio.  Il primo cittadino, lo ricordiamo, fu arrestato lo scorso 20 novembre dai carabinieri, con le accuse di tentata concussione, concussione consumata e abuso d'ufficio. 

Lo scorso 2 novembre, gli fu concesso l'obbligo di dimora in luogo degli arresti domiciliari; misura che è stata revocata quest'oggi dal gip del Tribunale di Foggia, Domenico Zeno, che ha accolto la richiesta dell'avvocato Mercurio Galasso. Nel provvedimento di revoca dell'obbligo di dimora, il giudice sostiene che debbano “ritenersi, comunque, sussistenti i gravi indizi di colpevolezza, sebbene la vicenda complessiva vada ridimensionata, perché è emerso che, effettivamente, D'Onofrio ritenesse il comandante della polizia locale una persona non affidabile, poiché schierata con i suoi avversari politici”. Rigettata, inoltre, in Consiglio comunale, la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento