menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gargano, terremoti: cresce la paura tra la popolazione

Tre scosse in quattro giorni, di cui due l'8 marzo. Tra gli utenti della rete c'è anche chi prevede la stessa fine dell'Aquila. Molte le abitazioni fatiscenti, pericolanti e antiche

Dopo la terza scossa in poco più di cinque giorni avvenuta ieri sera alle 20.11 di magnitudo 2.1 tra i Comuni di San Marco in Lamis, Rignano Garganico e San Nicandro, in Capitanata cresce la psicosi e la paura che la terra possa continuare a tremare ancora.

Sui social network gli utenti della rete commentano tra il serio e il faceto l’attività sismologica. C’è chi ci ride su e chi invece prevede una situazione simile a quella dell’Aquila. La natura rocciosa del promontorio tranquillizzerebbe tutti, se non fosse per quelle abitazioni fatiscenti, pericolanti e antiche (che pure hanno resistito a violenti terremoti) che mettono a rischio l’incolumità delle persone chi vi abitano.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento