rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Cronaca San Severo

Prima tenta di farsi investire, poi vuole lanciarsi nel vuoto: carabiniere salva 40enne

Salvato in extremis un uomo di San Severo che voleva togliersi la vita. Il fatto è successo ieri pomeriggio, nel centro di Termoli

Si sdraia a terra, al centro della carreggiata, nel tentativo di farsi investire dai veicoli in transito; poi scavalca il parapetto del muraglione e minaccia di lanciarsi nel vuoto.

 E’ accaduto ieri pomeriggio, nel centro di Termoli, dove i carabinieri hanno salvato in extremis un 40enne di San Severo che voleva togliersi la vita. Il fatto è successo dinanzi ad una cinquantina di passanti, nella centrale via Cristoforo Colombo. L’uomo urlava di non avere più voglia di vivere a causa delle sue gravi difficoltà economiche per le quali non riusciva a trovare una soluzione.

Fortunatamente, tra gli avventori c’era anche un militare libero dal servizio che, resosi conto della gravità del fatto, si è avvicinato all’uomo cercando di dialogare con lui, prendendo tempo per garantire l’arrivo dei colleghi sul posto. La situazione è presto degenerata quando il 40enne ha scavalcato il parapetto del vicino muraglione minacciando di lanciarsi nel vuoto da un’altezza di circa 6 metri. A

quel punto il militare, si è avvicinato all’uomo e, con gesto repentino, lo ha afferrato per il giubbotto riportandolo all’interno del parapetto facendolo poi sedere in terra, evitando pertanto che lo stesso portasse a compimento l’insano gesto. All’arrivo sul posto del personale medico del locale 118, dopo una breve visita, l’uomo è stato condotto all’ospedale ‘San Timoteo’ di Termoli dove è ricoverato per gli accertamenti, l’assistenza e le necessarie cure del caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima tenta di farsi investire, poi vuole lanciarsi nel vuoto: carabiniere salva 40enne

FoggiaToday è in caricamento